Ecco le canzoni e i libri più amati del 2012

Il 2012 sta per termine. In attesa di festeggiare stasera l’arrivo del nuovo anno, vediamo quali sono stati i libri e le canzoni più amati del 2012. Ovviamente non tutti saranno d’accordo con le classifiche che stiamo per vedere, perchè ognuno ha i propri gusti in fatto di musica, libri ed altro, ma queste due classifiche sono state stilate sulla base dei numeri, che indicanocioè quali sono stati i libri più venduti e le canzoni più cliccate sul web e vendute.

Iniziamo con la classifica dei dieci libri più amati nel 2012. Al primo posto il libro “Cinquanta sfumature di grigio” scritto da E. L. James, pseudonimo di Erika Leonard, che ha letteralmente spopolano soprattutto tra le lettrici. Alla seconda posizione “Fai bei sogni” di Massimo Gramellini, mentre al terzo posto sempre un altro libro di E. L. James “Cinquanta sfumature di Nero”. Al quarto posto ancora  E. L. James con “Cinquanta sfumature di rosso”, mentre alla quinta posizione troviamo “Una lama di luce”, scritto da Andrea Camilleri. “Se ti abbraccio non aver paura” di Fulvio Ervas si colloca invece al sesto posto, mentre alla settima posizione troviamo “L’inverno del mondo”, scritto da Ken Follett. A seguire “Una voce di notte” di Andrea Camilleri e “Dizionario delle cose perdute” di Francesco Guccini. L’ultimo posto è occupato dal libro scritto da Gianluigi Nuzzi, “Sua santità – Le carte segrete di Benedetto XVI”.

Vediamo ora le canzoni più amate del 2012. Al primo posto troviamo il tormentone del brasiliano Michel Telò “Ai se eu te pego”. Alla seconda posizione, invece, “Somebody that i used to know” di Gotye e Kymbra, mentre al terzo posto c’è “La notte” di Arisa. A seguire “We are young” di Fun con Janelle Manàe, “Balada” di Gustavo Lima e “Titanium” di David Guetta e Sia. Alla settima posizione si colloca il duetto dei Maroon 5 e Wiz Khalifa con la canzone intitolata “Payphone”, mentre all’ottavo posto troviamo “Ma cherie” di Dj Antoine e Beat Shakers. Scopriamo infine le ultime due posizione: “Drive by” di Train si colloca al nono posto, mentre “Tacatà” di Tacabro si aggiudica la decima posizione.