Home Lifestyle Salute

Obesità in calo tra i bambini USA

CONDIVIDI

L’obesità infantile è uno dei fenomeni più diffusi negli Stati Uniti, dove si registrano alti tassi tra i bambini di età compresa tra due e quattro anni ed appartenenti a famiglie a basso reddito. Per la prima volta, però, il fenomeno dell’obesità infantile è in calo: secondo i dati raccolti dai Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie, pubblicati sul Journal of the American Medical Associatiers, il tasso di obesità è infatti passato dal 13,05% di bambini del 1998 al 15,36% nel 2004, per poi ridursi al 14,94% nel 2010. Una lieve riduzione è stata riscontrata anche nel tasso di obesità grave, attestato nel 1998 all’1,75% di bambini, poi aumentato nel 2002 a 2,22% nel 2004 per arrivare infine al 2,07% nel 2010.

“Per quanto ne sappiamo, questo è il primo studio nazionale secondo cui potrebbero essere in calo i casi di obesità e di obesità estrema nei bambini americani“, ha dichiarato Liping Pan, principale autore dello studio. L’obesità infantile sarebbe infatti per la prima volta in calo dal 2004, anno in cui il tasso di obesità ha toccato il suo livello più alto. I dati sopracitati si riferiscono ai bambini americani con età compresa tra i due e quattro anni, mentre il calo nel tasso di obesità non interessa le altre fasce d’età: esso è infatti cresciuto dal 7% del 1980 al 20% del 2008 nei bambini con età compresa tra i 6 e gli 11 anni. Anche gli adolescenti, tra i 12 e i 19 anni, hanno riscontrato un rischioso aumento di peso, con un tasso di obesità passato dal 5% al 18%.
photo credit: Ed Yourdon via photopin cc