Epifania: torna a Firenze la Cavalcata dei Magi

Le festività natalizie stanno per terminare: passato oramai il conto alla rovescia di fine anno e festeggiato l’arrivo del 2013, manca solo da affrontare l’abbuffata del giorno dell’Epifania, in cui, secondo la tradizione religiosa cristiana, si festeggia l’arrivo dei Re Magi alla grotta di Betlemme, a portare il loro omaggio a Gesù Bambino.

Firenze festeggia l’Epifania – La città italiana in cui più viene sentita questa festività è senza dubbio Firenze. Anche quest’anno, infatti, per celebrare il giorno dell’Epifania, domenica 6 gennaio 2013, l’Opera di Santa Maria del Fiore ha organizzato nel capoluogo fiorentino la diciassettesima rievocazione storica della Cavalcata dei Magi. Il corteo multietnico con in testa i tre Magi a cavallo, sarà composto da 700 figuranti, che, partendo da Piazza Pitti alle ore 14, percorreranno le vie del centro di Firenze, fino a piazza Duomo. Qui, dopo il saluto dei figuranti e lo scoppio della columbrina, i Re Magi presenteranno i loro doni ai piedi del Presepe Vivente. Alla manifestazione che rievoca, appunto, l’arrivo dei tre Re che, con i loro doni, oro, incenso e mirra, dopo un lungo viaggio arrivarono alla grotta dove è nato il Salvatore, interverranno Franco Lucchesi, presidente dell’Opera di Santa Maria del Fiore, ed il Cardinale Giuseppe Betori, arcivescovo di Firenze. Per il secondo anno consecutivo, inoltre, prenderanno parte al corteo i rappresentanti di alcune comunità etniche presenti a Firenze (Albania, Camerun, Eritrea, Filippine, Nigeria, Perù, Repubblica Democratica del Congo, Sri Lanka) che sfileranno nei loro abiti tradizionali.

La storia della Cavalcata – La Cavalcata dei Magi trae origine da una tradizione già esistente nel XV secolo, quando a Firenze una compagnia di laici intitolata ai Santi Re Magi, che seguivano determinate regole di carattere religioso, organizzava una festosa rappresentazione detta “Festa de’ Magi” che, con periodicità inizialmente triennale e dal 1447 ogni cinque anni, sfilava per le vie di Firenze con la cosiddetta “Cavalcata dei Magi”. La Cavalcata era composta da tre diversi cortei che si riunivano davanti al Battistero e proseguivano uniti fino alla Basilica di San Marco, dove con canti e preghiere adoravano Gesù Bambino.