I migliori film del 2012

Anno nuovo e tempo di bilanci. Ecco quali sono i migliori film del 2012 secondo la stampa internazionale. Cominciamo con la classifica della rivista cult Cahiers du Cinema. I nipoti di Truffaut Godard e Bazin hanno votato al primo posto lo spumeggiante ritorno di Leo Carax con Holy Motors, film che presto arriverà nelle nostre sale. Piazza d’onore per il canadese David Cronemberg che col suo Cosmopolis, tratto dal romanzo di Don Delillo riscatta il mezzo passo falso di A Dangerous Method. Gradino più basso del podio per Twixt di Francis Ford Coppola, anch’esso inedito nelle nostre sale nonostante il nome del regista. Seguono due film di Abel Ferrara Go go Tales, che ha nel cast anche il nostro Riccardo Scamarcio e 4:44 Last Day of Earth. Citazioni anche per Take Shelter di Jeff Nichols, sorpresa di Cannes 2011, Faust di Sokurov, premiato col Leone d’Oro a Venezia, Tabu di Miguel Gomes, da poco passato con grande successo al Festival di Torino, e Keep the lights on, autobiografia struggente e scandalosa di Ira Sachs.

Gli anglosassoni. La critica britannica di Sight & Sound ha invece messo al primo posto The Master, di Paul Thomas Anderson, che domani esce nelle nostre sale. Seguono  sul podio il già citato Tabu, Amour il film Palma d’oro a Cannes e sicuro vincitore dell’Oscar come miglior film straniero. Quarta piazza per Holy Motors, che precede Beat of the Southern Wild, il film rivelazione dell’anno premiato allo scorso Sundance Festival, Moonrise Kingdom di Wes Anderson, Oltre le colline del rumeno Cristian Mongiu, Cosmopolis,  il turco C’era una volta in Anatolia, l’iraniano This is not a film e Barberian Sound Studio di Peter Strickland.