Re Leone e Cenerentola per la prima serata di Rai 1

L’animazione dell’ammiraglia Rai per il periodo delle feste. Continua la programmazione delle feste natalizie di Rai 1 e questa sera, per la prima volta in HD, l’ammiraglia della Rai trasmetterà, dalle 21.10 in poi, il film d’animazione Il re leone. In attesa dell’Epifania, che tutte le feste porta via, Simba, il cucciolo di leone figlio di re Mufasa e principe ereditario della Savana terrà compagnia a grandi e piccini per una serata tutta particolare che vedrà i telespettatori, sul divano, pronti a tifare proprio per il piccolo leone curioso e disobbediente che deve far fronte alle cattiverie messe in atto da Scar,fratello del re ed ostinato usurpatore. Se Scar riuscirà ad uccidere ilfratello e a coronare il sogno di governare su tutta la Savana, tiranneggiando anche sui suoi simili, solo Simba potrà fermarlo. Il film d’animazione che si appresta a catturare il pubblico del piccolo schermo è uscito nelle sale cinematografiche americane ben diciassette anni fa, ma ancora oggi è in grado di veicolare importanti valori ed insegnare che non si può proprio vivere “senza pensieri”.

Cenerentola. Sempre questa sera, mercoledì 2 gennaio, in seconda serata andrà in onda Cenerentola una favola in diretta. Una nuova versione della favola che ha fatto innamorare il mondo andrà finalmente in onda dopo mesi di post produzione, rimontaggio e remixaggio. Il suo ideatore e produttore, Andrea Andermann, ha voluto commentare il debutto e spiegare un po’ cosa dovranno aspettarsi i telespettatori con queste parole: “Due ore di puro spettacolo, costruito tra fiction e musical, che rappresenta, ancora una volta, una produzione realizzata nell’intento di “scrivere” in un nuovo linguaggio televisivo in grado di coniugare cultura, bel canto e spettacolo. Resta sempre predominante la musica della Cenerentola di Rossini, eseguita dell’Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai diretta da Gianluigi Gelmetti, ma arricchita da altre musiche rossiniane, rispettando lo stile tipico del compositore, allo scopo di fare spettacolo con e per la televisione”.