Calciomercato estero, rissa Balotelli-Mancini: Mario è in vendita

Calciomercato estero – Sembra essere arrivata al capolinea l’avventura di Mario Balotelli al Manchester City. Secondo quanto riportato dal Daily Mail, l’attaccante si è reso protagonista di un episodio che avrebbe convinto la dirigenza dei citizens a lasciarlo partire: durante l’ultimo allenamento di preparazione alla sfida di FA Cup col Watford, SuperMario ha commesso un’entrata in scivolata sul compagno Gael Clichy che ha fatto imbufalire mister Mancini. Il tecnico di Jesi ha allora preso per la pettorina Balotelli e ha cominciato a dirgliene quattro, ma l’ex Inter ha risposto. Un breve diverbio tra i due, che sarebbero arrivati alle mani. Secondo il tabloid britannico, questa sarebbe la goccia che fa traboccare il vaso: i dirigenti del City avrebbero dato il benestare alla cessione.

Acquirenti – Il fatto che Balotelli possa essere ceduto è sicuramente plausibile. Le perplessità riguardano semmai i possibili acquirenti. Non è un mistero che il Milan fosse fortemente interessato all’attaccante della Nazionale, ma ai microfoni di Radio Radio Silvio Berlusconi ha rilasciato dichiarazioni che sembrano precluderne l’arrivo: “E’ un grande giocatore, ma non mi convince come uomo“. Non molto tempo fa si parlava anche della Juventus, che però ha già iniziato a trattare Fernando Llorente ed appare quindi improbabile anche l’arrivo di Balotelli. Il rischio concreto è che, per liberarsene, il City lo debba svendere a prezzo di saldo. D’altronde, il periodo è quello giusto.

 

photo credit: Karlinski73 via photopin cc