La Russa al Professore: Si dimetta da senatore a vita

ULTIMO AGGIORNAMENTO 9:37

Una raccolta firme per chiedere a Mario Monti di rinunciare alla carica onoraria di senatore a vita: è questa l’iniziativa promossa da “Fratelli d’Italia”, il nuovo movimento politico capeggiato dai fuoriusciti del Pdl, Giorgia Meloni, Guido Crosetto e Ignazio La Russa. E proprio l’ex ministro della Difesa ha affondato ieri sul tecnico “folgorato” dalla politica, accusandolo di aver peggiorato sensibilmente il quadro occupazionale del Paese.

“Chiediamo al senatore Monti di essere coerente. Se vuole cambiare idea rispetto alle sue mille precedenti dichiarazioni in cui diceva che sarebbe stato lontanissimo dalla politica, allora faccia un atto di coraggio e di giustizia. Si dimetta da senatore a vita”. A dichiararlo ieri è stato il co-leader di “Fratelli d’Italia”, Ignazio La Russa. “Ha avuto questo titolo in regalo dal presidente della Repubblica – ha spiegato l’ex coordinatore del Pdl – proprio perché si candidava per un breve periodo a presidente del Consiglio. Si dimetta e concorra con le sue forze per un’altra legislatura”.

“Se, invece, vuole la poltrona comoda per tutta la vita – ha rincarato la dose La Russa – allora si guardi la televisione e non metta il suo nome sulle liste”. Il soggetto politico che l’ex ministro ha da poco “tenuto a battesimo” con Giorgia Meloni e Guido Crosetto si pone in netta contraddizione con la linea del rigore perpetuata da Mario Monti, al quale ha di fatto destinato altre “bordate”. “Oggi la Germania festeggia il record positivo della disoccupazione, al minimo storico secondo la comunicazione del Destatis, l’Istat tedesca – ha dichiarato ieri La Russa – L’Italia, invece, è al massimo storico: Monti l’ha trovata al 9,3 % e l’ha portata al 10,8%, per i giovani al 36,5%. Ecco perché la Merkel – ha concluso polemico l’ex Pdl – sostiene Monti”. 

Articolo precedenteSmettere di fumare riduce l’ansia
Articolo successivoGiornalismo: la sconfitta di Pubblico
Siciliana di origine, romana d'azione, scrivo da anni occupandomi principalmente di politica e cronaca. Ho svolto attività di ufficio stampa per alcune compagnie teatrali e mi muovo con curiosità nel mondo della comunicazione. Insegnante precaria, sto frequentando un corso per insegnare italiano agli stranieri.