Svizzera: ubriaco spara e uccide 3 passanti

Ginevra – La sera di mercoledì 2 dicembre, un uomo ha sparato dalla sua abitazione uccidendo 3 persone e ferendone altre 2. E’ successo a Daillom/Conthey, una cittadina svizzera a circa 50 km dal confine con l’Italia. Il killer era armato di un fucile d’assalto e, secondo il quotidiano “20minutes.ch”, era ubriaco.

L’uomo, un residente nella cittadina di circa 30 anni, è stato catturato dalle pattuglie di polizia del Canton Vallese e dalle forze speciali poco dopo che i testimoni della strage hanno lanciato l’allarme. “C’è stato uno scontro a fuoco. L’uomo è stato colpito e ferito e poi trasportato in ospedale”, ha raccontato Jean-Marie Bornet, portavoce della polizia cantonale. Gli agenti non hanno riportato alcuna lesione nella sparatoria.

Tra le vittime alcuni passanti che si sono trovati davanti all’abitazione del killer, tra cui un’anziana di 80 anni. La proprietaria di un ristorante locale e ha testimoniato che l’uomo era stato suo cliente la sera della tragedia e che aveva bevuto molto. Ancora non è noto il movente che ha ha fatto scattare la furia omicida del giovane, ora in stato di arresto.