Bufera su L’Arena di Massimo Giletti e la par condicio in Rai

ULTIMO AGGIORNAMENTO 19:05

Il blocco del Presidente dell’Authority. Mario Monti e Silvio Berlusconi sono colpevoli, entrambi, di presenziare troppo, soprattutto, nei programmi Rai in onda in questi giorni. Monti, infatti, si è fatto ospitare per ben due volte ad Unomattina e così, quando si è venuto a sapere della sua prossima presenza a Domenica In L’Arena di Massimo Giletti è scoppiato il putiferio. In tempi di campagna elettorale va garantita la par condicio e vanno rispettate alcune regole. Senza riferirsi, però, a Monti, ma volendo stabilire un regolamento, Sergio Zavoli, Presidente della Commissione di Vigilanza Rai si è interrogato sul da farsi per regolamentare le varie ospitate dei politici in gara alle prossime elezioni in modo da garantire a tutti la stessa esposizione mediatica dicendo oltretutto: “dobbiamo chiarire con l’azienda se i direttori di reti o di testate decidano da soli chi invitare”.

La cancellazione dell’intervista. Scoppiato il caso della par condicio, tirate le orecchie ai direttori di reti e testate tutti hanno fatto un passo indietro e così sarebbe saltata l’intervista di Giletti a Monti in onda il prossimo 6 gennaio durante la diretta del contenitore domenicale dell’ammiraglia Rai. Dopo l’intervista di Giletti a Berlusconi, intervista in cui si rischiò lo scontro e soprattutto che l’ex premier lasciasse lo studio solo all’inizio,  durante domenica 23 dicembre, intervista che prima di andare in onda aveva suscitato non poche polemiche, il conduttore de L’Arena voleva poter chiedere alcune cose anche a Monti, ma oltre alle regole sulla par condicio, a mettere i bastoni fra le ruote, ci si è messa soprattutto la volontà della Rai stessa di non aver politici come ospiti all’interno delle proprie trasmissioni durante i giorni di festa. Sarà quindi una Epifania amara sia per Monti che per Giletti? Se il primo ha perso un’occasione di parlare a parecchi telespettatori il secondo ha bucato la possibilità di una prestigiosa intervista. Se il Cda di viale Mazzini, il 19 dicembre scorso ha deciso che nei giorni delle festività natalizie nessun politico avrebbe avuto spazio come ospite di trasmissioni televisive, ad eccezione ovviamente dei telegiornali visto che il 6 gennaio è festivo Giletti dovrà mandar già il boccone amaro dell’ embargo ai politici. Si spera, almeno, che la Befana non gli porti il carbone.

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!