Naomi Campbell, scippo con aggressione a Parigi

Naomi Campbell è stata aggredita il mese scorso a Parigi. La notizia è stata oggi lanciata dal New York Post e confermata dalla polizia francese, dopo che l’accaduto è stato tenuto ben nascosto alla stampa e al pubblico. Secondo quanto riportato dal tabloid americano, la Venere Nera aspettava un taxi  nell’esclusivo quartiere parigino del Marais, quando un uomo l’avrebbe aggredita alle spalle per sottrarle alcuni gioielli di valore. Uno aggressore particolarmente violento, che avrebbe rapinato e poi gettato a terra la modella visibilmente sconvolta. La Campbell avrebbe riportato lievi ferite ed una distorsione al legamento della gamba, che l’avrebbe costretta, nelle settimane successive all’aggressione, all’utilizzo di una sedia a rotelle. Si dice che il fidanzato milionario della modella, Vladimir Doronin, abbia fin da subito messo a disposizione il suo jet privato per accompagnare a Vail, in Colorado, la bella Naomi, qui sottoposta alle cure di J. Richard Steadman, famoso ortopedico delle celebrità.

La modella si è al momento rifiutata di parlare con la stampa dell’accaduto, rassicurando però tutti sul suo attuale stato di salute. Non ancora identificato invece è il bottino sottratto dal rapinatore parigino che, a detta di un testimone, avrebbe adocchiato la preziosa collana indossata dalla modella. Si dice poi che Naomi Campbell si trovasse nella capitale francese, ed in particolare nel quartiere del Marais, per far visita all’amico e stilista Azzedine Alaia. Fatalità o no, rumors vogliono che, all’età di 16 anni, l’inesperta Naomi si trovasse a Parigi e che in seguito ad uno scippo fosse stata aiutata proprio dallo stilista di origini tunisine, con il quale ha da allora stretto una fortissima amicizia…
photo credit: Capitu via photopin cc