Roma: litiga con il figlio e uccide il cane lanciandolo dalla finestra

Una triste storia di degrado e di violenza contro gli animali è quella che si è raccontata negli scorsi giorni a Roma, nel quartiere di Torpignattara, dove una donna tunisina di 35 anni, dopo una lite con il figlio, ha gettato dalla finestra il loro cane.

Litiga col figlio e getta il cane dalla finestra – Un gesto senza senso quello commesso da una donna, una tunisina di 35 anni che vive qui nel nostro Paese oramai da alcuni anni, nei confronti del suo animale domestico. Alla vigilia dell’Epifania, dopo un violento litigio con il figlio minorenne, l’ennesimo per i due, la donna ha lanciato dalla finestra della loro abitazione in via Enrico Mazzoccolo, in un quartiere periferico della Capitale, l’animale che viveva con loro da oramai qualche tempo, un Jack-Russel di due anni e mezzo.

La denuncia e l’arresto – Il figlio minorenne della donna tunisina, di cui non è stata resa nota l’identità, subito dopo l’accaduto, si è recato agli uffici del Commissariato Tuscolano di Roma per denunciare la madre, raccontando l’atroce gesto compiuto ai danni dell’animale. Subito gli uomini della polizia sono intervenuti e si sono recati a casa della donna, in via Enrico Mazzoccolo, nel quartiere di Torpignattara a Roma e qui hanno trovato due bambine, di 2 e di 8 anni, che attendevano l’arrivo della madre che si era allontanata. Nell’appartamento i poliziotti hanno riscontrato una situazione di degrado tale che il giudice ha disposto l’affidamento dei figli minori a una struttura d’accoglienza. Il corpo del cane è stato trovato in un sacco di plastica che si trovava ancora all’interno dell’appartamento.