Elio e le Storie Tese, rubato il premio vinto a Sanremo

ULTIMO AGGIORNAMENTO 18:05

Trafugato il premio conferito al gruppo “Elio e le Storie Tese” durante il Festival di Sanremo 1996. Nel mirino dei ladri, la casa milanese del noto produttore musicale Claudio Dentes: tra la refurtiva non soltanto monili e capi d’abbigliamento, ma anche la targa vinta dal gruppo milanese nel ’96 grazie all’irriverente brano “La Terra dei cachi”. Un’amara sorpresa per Dentes, tornato a casa la notte di domenica e trovatosi davanti l’appartamento a soqquadro e completamente svaligiato. Un’amarezza ancor più forte per Elio e le Storie Tese, che grazie a “La Terra dei cachi” riuscirono nel ’96 a conquistare un agognato secondo posto, a poche centinaia di voti dal primo classificato Ron, in coppia con Tosca nel brano “Vorrei incontrarti fra cent’anni”.

Che il furto sia un segnale per il gruppo milanese, ad ormai un mese dalla 63esima edizione del Festival di Sanremo? Gli stravaganti Elii sono stati infatti selezionati tra i 14 Big in gara e tenteranno il colpo grosso con due brani inediti, dal titolo “Dannati forever” e “La canzone mononota”. I presupposti per vincere sembrano esserci tutti, anche se il gruppo ha di recente dichiarato di puntare dritto al quarto posto: “Giunti quasi a 60 anni vogliamo rimetterci in gioco, brindare con la vita, emozionando. Torniamo a Sanremo, ma stavolta per arrivare quarti”- è il tweet da essi pubblicato. Un obiettivo insolito, come del resto lo sono tutte le scelte musicali e stilistiche degli Elii…

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!