Home Notizie di Calcio e Calciatori

Pagelle Juventus-Sampdoria: Buffon tradisce, Icardi non perdona

CONDIVIDI

Buffon tradisce, Icardi non perdona: Juventus-Sampdoria è tutta qui. In quello che sembrava l’ennesimo pomeriggio di relax, i ragazzi di Conte si complicano la vita e aprono il nuovo anno con un clamoroso ko: allo Stadium finisce 2-1 per gli ospiti, ed è un risultato che a conti fatti ci sta tutto. In vantaggio di un gol (fallo di Berardi su Marchisio, conseguente rigore trasformato da Giovinco al 24′) e di un uomo (doppio giallo allo stesso Berardi, preferito a De Silvestri, poco dopo la mezz’ora), i bianconeri si siedono e nella ripresa affondano: un innocuo destro da fuori di Icardi sorprende un incerto Buffon e regala alla Samp l’insperato pari all’8′, una gran botta del 19enne argentino trafigge il numero uno della Nazionale al 24′ e regala a Delio Rossi il primo sorriso sulla panchina doriana.

Juventus (3-5-2)
Buffon 4,5: ha sulla coscienza il primo gol di Icardi: più complicato evitare il secondo, che pure arriva sul suo palo;
Barzagli 6-: qualche sbavatura non da lui in avvio, pian piano si riprende e fa il suo;
Bonucci 6: un po’ troppo nervoso, ma nel reparto arretrato bianconero è il più lucido;
Peluso 5: per un tempo non fa rimpiangere Chiellini, nella seconda parte spiana la strada ad Icardi;
Padoin 6: la tecnica di base è quella che è, ma l’impegno non manca: da destra arrivano tanti cross;
Pogba 5,5: preferito a Vidal (scelta tecnica, spiegherà Conte), ci mette il fisico ma non è brillantissimo (26′ st Giaccherini s.v.);
Pirlo 5: un paio di buone aperture, ma anche troppi palloni persi banalmente: quando non gira, la Juve fatica;
Marchisio 6: si batte come sempre, procurandosi il penalty: esce dal campo con un ginocchio malconcio;
De Ceglie 5,5: mette in mezzo qualche pallone interessante, ma non ha lo spunto dei giorni migliori (17′ st Vucinic 5,5: manda sulla traversa la palla del pareggio);
Matri 5: protesta per un rigore che sembra esserci: per il resto, si muove molto ma non incide (17′ st Quagliarella 6: un paio di sponde interessanti che Vucnic non sfrutta);
Giovinco 6: parte bene, trasforma il rigore e sembra il più vivace: sembra, appunto, perché lentamente si spegne;
All. Conte 5: chiuso il 2012 con il record di punti, inizia l’anno nuovo nel peggiore dei modi. Le tante assenze hanno pesato, ma la sconfitta – in casa, in 11 contro 10, contro una neopromossa – rimane inconcepibile: l’affrettato esordio di Peluso e la rinuncia a Vidal certamente non hanno aiutato.

Sampdoria (3-5-2)
Romero 6,5: un grande riflesso su Giovinco e un salvataggio proprio sulla linea: poi sbroglia l’ordinario con sicurezza;
Gastaldello 7: insuperabile, specie di testa: nell’assalto bianconero si esalta, risolvendo diverse situazioni scabrose;
Palombo 6,5: dopo aver rischiato il rigore (e il rosso) su Matri, se la cava alla grande: la Samp ha ritrovato un leader;
Costa 6,5: centrale o terzino sinistro, la sostanza non cambia: passare dalle sue parti è impresa ardua;
Berardi 4: non contento del fallo da rigore su Marchisio, si fa espellere dopo mezz’ora: sciagurato;
Obiang 6,5: tanto lavoro oscuro in mezzo al campo, con la ciliegina dell’assist per il gol del raddoppio;
Krsticic 6,5: ordinato e lucido, anche nella prima parte: splendido il lancio che propizia il pareggio di Icardi (35′ st Tissone s.v.);
Poli 7: puntuale in fase d’interdizione, pericoloso negli inserimenti: fallisce una buona occasione, ma è un dettaglio;
Estigarribia 5,5: un paio di spunti interessanti, ma anche qualche sbandamento di troppo lì a sinistra (1′ st De Silvestri 6,5: entra in campo con il piglio giusto, impadronendosi della fascia destra);
Eder 6,5: più centrocampista che seconda punta, è costretto ad una gara di sacrificio: ma quando spinge fa danni (31′ st Munari s.v.);
Icardi 8: prima sorprende Buffon (che ci mette del suo), poi lo fulmina con un gran destro: non doveva esserci, sbanca lo Stadium;
All. D. Rossi 7,5: più che in avvio (difesa a tre, con il rigenerato Palombo in mezzo), compie un capolavoro tattico quando rimane in dieci, confermando le due punte e scegliendo di giocarsela alla pari: la buona sorte non è mancata, ma il successo è assolutamente meritato.

photo credit: jmage via photopin cc

Scarica l'APP che ti invierà solo le notifiche per le notizie di tuo interesse!

✅ Scarica Qui x Android: TopDay_PlayStore
✅ Scarica Qui x OS: TopDay_AppStore

Leggi NewNotizie.it, anche su Google News
Segui NewNotizie.it su Instagram