Calciomercato Inter, per giugno spunta Dzeko

Calciomercato InterEdin Dzeko potrebbe essere il big che Branca porterà alla Pinetina la prossima stagione. Secondo quanto riporta oggi in prima pagina il ‘Corriere dello Sport’ il calciatore del Manchester City sarebbe l’erede di Milito, ormai nella fase calante della sua stellare carriera (fatta di parecchio anonimato prima dei tantissimi gol e vittorie con i nerazzurri).

City – Dzeko è stato acquistato dai Citizens nel mercato invernale del 2011 per 35 milioni di euro. Forse oggi con una ventina l’affare si può chiudere e già questo di per sè fa capire come il giocatore non abbia reso per quanto è stato pagato. C’è da notare che spesso le società comprate dai magnati del petrolio, soprattutto nei primi periodi, acquistano pagando a prezzi gonfiatissimi calciatori che varrebbero meno, per poi essere costretti a rivenderli a valutazioni più realistiche. Oltre all’esborso del cartellino comunque ci sarebbe anche da discutere sull’ingaggio, visto che il bosniaco percepisce più di 4 milioni di euro a stagione: nuovi parametri interisti alla mano, su queste basi la trattativa non sarebbe fattibile, a meno che si proponga al centravanti un contratto lungo a cifre più contenute.

Dzeko – Passando ad un’analisi tecnica del calciatore, va detto che il bosniaco, classe 1986, è una prima punta classica, molto forte fisicamente, visti i suoi 192 cm per 80 kg. Si è fatto notare dalle big europee per le sue prestazioni al Wolfsburg, dove ha segnato 66 reti in 111 match, in pratica più di un gol ogni due partite. Oltre alla sua scontata abilità nel gioco aereo, è dotato di una buonissima tecnica e di un ottimo tiro da fuori area, nonostante il suo fiuto del gol lo porti spesso nei paraggi nella porta avversaria. Un attaccante moderno dunque, che sembra adattarsi alla perfezione al calcio italiano in generale e, sempre che rimanga per il futuro, anche alla visione del calcio di Stramaccioni. Il nazionale bosniaco è molto bravo a proteggere palla e a far salire i compagni, caratteristica che potrebbe tornare utile al mister romano, attento in difesa per poi far ripartire l’azione con un lancio lungo. Da tenere presente ovviamente che il tecnico romano forse fa qual che può con quello che ha, certo se il prossimo anno avesse il gigante Dzeko sarebbe un buon modo di ricominciare.