La lettera di John Lennon arriva 34 anni dopo e diventa un film con Al Pacino

Una lettera di John Lennon – una semplice lettera – diventa un intero film, per giunta con Al Pacino. Sarà lui – stando a quanto riportato dall’Examiner – il protagonista di “Imagine”, film scritto e diretto da Dan Fogelman (le cui riprese inizieranno la prossima primavera) ispirato ad una storia vera quanto assurda. Era il 2010 quando Fogelman lesse un articolo on-line che catturò il suo interesse: il pezzo in questione raccontava la curiosa storia di Steve Tilston, musicista britannico originario di Liverpool. Tilston era stato intervistato da una rivista musicale nel 1971, ancora 21enne, e nel corso di quell’intervista aveva espresso alcune sue paure sul diventare famosi. In primis, Tilston era terrorizzato dall’idea che la fama e il successo potessero influire negativamente sulla sua creatività. Tra i lettori di quell’intervista c’era anche John Lennon, che prese a cuore le parole di quel giovane cantautore. Al punto da scrivergli una lettera, arrivata molto – forse troppo – tardi a destinazione.

Intercettata da un collezionista – Il successo “non fa cambiare le tue esperienze o il modo in cui pensi“, aveva scritto Lennon a Tilston, lasciandogli anche il suo numero di telefono privato e promettendogli appoggio e incoraggiamento. La lettera – che, forse, avrebbe potuto cambiare la vita del giovane cantautore – purtroppo non arrivò mai. Una volta giunta nella redazione del giornale, a quanto pare, è stata intercettata da un collezionista di memorabilia dei Beatles, che se ne è impossessato, impedendo che arrivasse al suo legittimo destinatario. Il quale è stato poi contattato ben 34 anni dopo, nel 2005, da un altro collezionista, che ne era venuto in possesso e che voleva verificarne l’autenticità. La lettera era firmata: “Con amore, John e Yoko“.

photo credit: Lessio via photopin cc