Maroni: “Roma deve venire a negoziare con noi”

Questa notte la Lega Nord ha siglato definitivamente l’alleanza con il Pdl in Lombardia e alle politiche, mentre Berlusconi ha garantito che non si proporrà come candidato premier per il centro-sinistra. “Si è arrivati a un accordo Lega-Pdl dopo una lunga trattativa” ha affermato Maroni. Intanto il leader della Lega Nord inizia a riflettere su una possibile vittoria di Bersani alle elezioni di febbraio: “Se vince Bersani voglio vedere cosa fa se quattro Regioni si mettono a contrattare col governo di Roma. Roma deve venire a negoziare con noi. Questo programma si deve realizzare nel corso della legislatura”.

 Nell’intervista a Radio 24, Maroni spiega di voler riunire le Regioni del nord, cioè Piemonte, Veneto, Friuli e Lombardia, “per fare una regione più vasta e potente”. In Questa macroregione le tasse verranno trattenute sul territorio per il 75%, mentre il 25% sarà destinato a un fondo perequativo. “Certamente questo sarà un problema per le altre regioni – afferma Maroni – ma bisogna accompagnare le Regioni a pagarsi la propria sanità. Il principio che le tasse dei cittadini restino là dove sono pagate è un principio di equità”. Ma la Lega è generosa: “Non ci teniamo il 100%, come potrebbe fare la Sicilia con il suo Statuto attuale” conclude il portavoce.