Calciomercato trasferimenti 2013: Zambrotta, tentazione Como

Calciomercato trasferimenti 2013 – Zambrotta potrebbe ricominciare da Como. Gianluca Zambrotta, azzurro campione del mondo, si è allenato negli ultimi tempi al centro sportivo di Orsenigo con la squadra del mister Paolucci. Il tecnico ha sempre dichiarato che “è un onore per noi questa sua presenza in campo. Credo che ci aiuterà a crescere ulteriormente”. Soddisfatto anche Daniele Brunati, ospite in studio: “Per noi è il massimo averlo in campo. Ci fa piacere questa scelta, concordata tra lui ed il presidente Porro”. Zambrotta, dunque, si allena con il Como in attesa di trovare un ingaggio. Forse all’estero come lui stesso ha spiegato a varie redazioni calcistiche. Ma in queste ore, con il suo ritorno ormai ufficiale, sono in tanti i tifosi a sognare. Sognare di averlo anche in maglia azzurra se non arriveranno le chiamate dall’estero. La sua è una scelta di vita e professionale, impossibile da decidere su due piedi. L’accoglienza per Zambrotta ad Orsenigo è stata delle migliori e il calore espresso dalla squadra ha fatto sentire Zambrotta a casa.

Nelle ultime ore Mauro Gibellini ha parlato a TMW per fare il punto sul mercato del club lombardo: “Stiamo attraversando un momento non buono, abbiamo intrapreso una curva pericolosa. Sappiamo però che siamo una squadra giovane e con i ragazzi capita. Dopo una buona partenza siamo un po’ calati ma non sempre è stata colpa nostra o dei giocatori. Abbiamo avuto anche un pizzico di sfortuna che ci ha condotto in un vortice negativo”. Dopo i colpi di Mendicino e Migliorini dal Torino, Gibellini si è detto soddisfatto della strada intrapresa dalla squadra per uscire dal momento critico in cui si trova. Riguardo l’ipotesi di Zambrotta ci va cauto: “Zambrotta viene ad allenarsi con noi, gli piace stare con noi tra l’altro lui è il presidente onorario del Calcio Como quindi è normale che sia vicino alla squadra. E’ una delle massime glorie come calciatore uscito dal vivaio del Como. Tutto questo ci fa solo onore”. L’ipotesi che interessa, però, è quella di un suo ritorno sul campo con la maglia del Como. “Questo dovrebbe deciderlo lui. Se vuole fermarsi a casa sua siamo felici di averlo con noi. Parliamo di uno che è abituato a giocare e guadagnare tanto, è chiaro che in questo caso la scelta spetta a lui. Noi siamo disponibili deve decidere solo lui in base anche alle esigenze della famiglia”.