Consigli per una dieta post-natalizia: niente fai-da-te, cibi leggeri e tisane

Ancora appesantiti dalle vacanze natalizie? Se i calcoli della Coldiretti sono giusti, probabilmente sì: secondo l’organizzazione degli imprenditori agricoli, infatti, l’aumento di peso, dovuto all’assunzione di circa 15mila-20mila chilocalorie in più per l’effetto combinato del maggior consumo di cibi calorici abbinato a bevande alcoliche, è di circa 2 kg. Senza contare che molti hanno probabilmente rinunciato alle attività sportive durante le feste; cosa che – com’è ovvio – non aiuta certo a mantenere una forma adeguata. Ecco dunque alcuni consigli per rimettersi in sesto, in vista della famigerata “prova costume”.

Niente fai-da-te e cibi leggeri – Innanzitutto, sono bandite le diete fai-da-te. Il consiglio di un dietologo è fondamentale per riequilibrare l’alimentazione in base alle necessità, mentre una dieta semplicemente ipocalorica ha effetti quasi inutili (si può riacquistare il peso perduto in poco tempo). I cibi leggeri ricoprono comunque un ruolo fondamentale, su tutti frutta e verdura: arance, mele, pere e kiwi, spinaci, cicoria, radicchio, zucche e zucchine, insalata, finocchi e carote.  Tutte le insalate e le verdure vanno inoltre condite con olio d’oliva, ricco di tocoferolo, un antiossidante dalle molteplici funzionalità. Importanti anche i piatti a base di legumi (fagioli, ceci, piselli e lenticchie) perché contengono ferro e sono ricchi di fibre che aiutano l’organismo a smaltire i sovraccarichi migliorando le funzionalità intestinali. Infine, per quanto riguarda le bevande, molta acqua e tisane drenanti sono le sostitute ideali del prosecco natalizio.

photo credit: epSos.de via photopin cc