David Bowie, il produttore parla del nuovo album: “E’ molto rock, non deluderà i fan”

Il nuovo materiale è estremamente forte e molto bello. Se il pubblico chiede a Bowie, come sempre è stato, idee nuove e nuove direzioni, non sarà deluso”. Tony Visconti, produttore di “The next day”, il nuovo album del Duca Bianco, annunciato ieri e in uscita a marzo, ha parlato alla Bbc dell’atteso ritorno di Bowie. Partendo, tra l’altro, da una scelta che per lui stesso è stata una sorpresa: “Si tratta di un album molto rockha dichiarato Visconti – quindi mi sono chiesto perché David abbia scelto una ballata lenta e dolce come ‘Where Are We Now?’ per lanciarlo. Sarebbe dovuto uscire con un pezzo forte. Ma lui è il maestro della sua stessa vita. Credo sia stata una mossa molto intelligente, che collega il passato con il futuro. Ma credo che le prossime cose che sentirete da lui saranno piuttosto diverse“.

“Bowie è in salute” – A proposito del singolo di lancio, il produttore ha aggiunto: “Credo che per David sia un brano molto riflessivo per David. Lui sta certamente guardando indietro al suo periodo berlinese e la canzone evoca quel periodo…è molto malinconica, credo“. Visconti – che ha già collaborato più volte in passato con Bowie, e che ha passato gli ultimi due anni a lavorare al nuovo album insieme al cantante – ha poi tenuto a rincuorare tutti sul suo stato di salute. Nel 2004, infatti, Bowie aveva abbandonato le scene a causa di alcune complicazioni cardiache. “Non è vero che sta male – ha aggiunto il produttore -. Ha avuto problemi di salute tra il 2003 e il 2004, ma ora è in gran forma, e durante le registrazioni era felice come un bambino. Dai vecchi tempi ricordavo che fosse il cantante più potente con cui abbia mai lavorato – ha proseguito Visconti -. Quando inizia a cantare devo allontanarmi, andare in un’altra stanza e lasciarlo semplicemente davanti a un microfono. Ha ancora quella potenza nel petto e nella sua voce“.

photo credit: jlacpo via photopin cc