Ces di Las Vegas 2013: ecco il tablet flessibile, come un foglio di carta

Piccola grande sorpresa tecnologica al Ces. Durante uno degli appuntamenti più importanti dell’anno con la tecnologia, è spuntato fuori un tablet flessibile e molto sottile, che assomiglia più ad un comune foglio di carta che ad uno dei suoi colleghi in commercio.

Contro la fisica – Si tratta di un’innovazione già vista, ma finora era stata sviluppata per gli e-reader. Ora l’alleanza tra la canadese Queen’s University, l’azienda inglese Plastic Logic e gli Intel Labs, ha generato PaperTab, il primo tablet flessibile. In effetti si tratta di un dispositivo con caratteristiche molto simili ad un foglio, ma all’interno nasconde un cuore altamente tecnologico. La maggior parte della superficie è occupata da uno schermo in bianco e nero, attivato dal processore Intel Core i5 Ivy Bridge e una piccola batteria disegnata apposta per essere contenuta nella sottile sfoglia.

Pronti per la rivoluzione? – PaperTab può essere utilizzato come e-reader, tablet o comunicare con altri suoi simili, per costituire veri e propri network di lavoro. Infatti può supportare una rete composta da 10 dispositivi, connettendoli tra loro. Si può così trasferire dei file facendo semplicemente toccare tra loro due modelli di PaperTab, o seguire una lezione da dieci postazioni contemporaneamente. Questo potrebbe semplificare in futuro il lavoro dei docenti nelle scuole, o di un relatore durante una riunione, unendo l’utilità dei tablet, con la versatilità dei fogli di carta. Secondo gli sviluppatori di questo strumento sorprendente, sarà questa le tecnologia che in futuro soppianterà non solo i tablet, ma la maggio parte dei dispositivi che utilizziamo per lavorare e navigare in Rete, che sono più pesanti e ingombranti. Attualmente non sono comunque previsti un prezzo e una data di uscita per acquistare l’ultima meraviglia del Ces. Anche perché, se si tratterà davvero di una rivoluzione, probabilmente i brevetti collezionati prima di costruire i prototipi, saranno nei prossimi mesi oggetto di interessanti trattative.