Crolla il cimitero di Dracula: piovono ossa umane

Nella cittadina britannica di Whitby, uno dei luoghi descritti nel celebre romanzo di Bram Stoker “Dracula”, è avvenuto un macabro accadimento. Sulla collina dove sorge la chiesa di St. Mary, il sacro tempio delle tenebre citato nel romanzo gotico, a causa delle abbondanti piogge si è verificata una frana che ha coinvolto il cimitero annesso alla chiesa, distruggendo i sepolcri, precipitati a valle. Così gli scheletri dei defunti sono piovuti sulle teste dei residenti della cittadina che si trova ai piedi della collina, in fondo al dirupo.

Si tratta proprio di quel cimitero, terribilmente inquietante nel suo affacciarsi sul mare tempestoso del Nord circondato da una nube di pipistrelli, che ha sedotto Stoker nel 1890. David Smith, canonico della chiesa, ha assicurato che “il cimitero è stato chiuso nel 1865, oltre un secolo fa, quindi nelle tombe si trovano solo ossa”. Le crepe della parete rocciosa che regge il cimitero continuano tuttavia ad allargarsi, terrorizzando i residenti per la paura di rivivere quella terribile esperienza. Ma non è tanto la pioggia di ossa di oltre 150 anni fa che preoccupa il parroco che afferma: “E’ la più antica costruzione esistente a Whitby. Si tratta di un edificio storico importantissimo e la perdita di esso sarebbe gravissima per la comunità”.