Disfunzione erettile, ginseng in alternativa al viagra

Disfunzione erettile: un disturbo “naturale” molto diffuso, e potenzialmente curabile attraverso la natura stessa… Presto la magica pillolina blu potrebbe infatti finire in fondo al cassetto per molti uomini, in quanto una possibile cura contro la disfunzione erettile potrebbe essere rappresentata nientemeno che dal ginseng. Tra le innumerevoli proprietà della pianta del ginseng, non soltanto quella drenante e rilassante, ma anche stimolante: secondo la medicina cinese, il ginseng sarebbe infatti un ottimo afrodisiaco, al quale ricorrere sia per accendere il desiderio sia per potenziare le funzioni sessuali. Il ginseng avrebbe infatti la capacità di aumentare l’afflusso di sangue nei corpi cavernosi del pene, conferendo così una maggiore potenza sessuale. A confermare ciò è anche il recente studio condotto in Sud Corea, presso l’Università di Yonsei, e pubblicato sul Journal of Impotence Research.

Secondo i ricercatori coreani, il ginseng rappresenta infatti una valida alternativa al viagra. Lo studio ha preso in esame un campione di 119 uomini con problemi di lieve e moderata disfunzione erettile. Negli individui trattati con una terapia a base di bacche di ginseng, quattro volte al giorno per otto giorni, è stato osservato un significativo miglioramento  nelle prestazioni in camera da letto. In particolare, il miracoloso ginseng sarebbe quello coreano, caratterizzato da piccole bacche rosse. Attenzione però agli effetti collaterali: la sua assunzione in misura non controllata può infatti comportare aritmie cardiache, insonnia, irritabilità, orticaria e soprattutto mal di testa.
photo credit: SuperFantastic via photopin cc