Elezioni, presentati i simboli. Liste clonate, c’è anche il Movimento 5 stelle

Questa mattina al Viminale sono stati presentati i simboli delle liste che si presenteranno alle prossime elezioni. All’apertura degli uffici c’erano un centinaio di persone, alcune delle quali addirittura da giorni.
La prima cosa a saltare all’occhio è la presenza di due simboli con l’identica scritta Movimento 5 stelle, ma solo è quella appartenente al movimento di cui Beppe Grillo è il portavoce: “Il primo in alto a sinistra è il simbolo farlocco del m5s che qualcuno ha presentato prima di noi. Come è possibile? chi c’è dietro?”, ha poi scritto il comico sul suo blog.
Qualcuno ha fatto il furbo, ma non sappiamo chi siano. Non sappiamo cosa sia successo ma si tratta di una vera truffa che vuole danneggiare il nostro partito. La tenevano nascosta, non ne sapevamo nulla ma ce lo aspettavamo“, ha confessato un esponente del Movimento 5 stelle.
Il problema sembra però risolto, la legge elettorale, infatti, vieta di presentare contrassegni “identici o confondibili” con quelli usati tradizionalmente di altri partiti.
Il Movimento di Grillo non è però l’unico, il simbolo presentato da Rivoluzione civile è molto simile in tutto al Movimento arancione di Antonio Ingroia.

Matteo Oliviero