McDonald’s soddisfa la fame di cultura con il menu Happy Reader

Un bambino su tre nel Regno Unito ha dichiarato di non possedere nemmeno un libro. Per cercare di rimediare a questa situazione al limite dell’emergenza ogni metodo può contribuire ad avvicinare i più piccoli alla bellezza della lettura.
Ecco quindi che il popolare Happy Meal dei ristoranti della catena di fast food Mc Donald’s si trasforma e regalerà, come accaduto con giocatolli e gadget, un libro della serie Amazin World, pubblicata da DK, in abbinamento al classico menu composto da hamburger e patatine.
La campagna si chiamerà Happy Reader e avrà una durata di circa due anni, con l’obiettivo di distribuire circa 15 milioni di volumi entro la fine del 2014 attraverso la distribuzione dei tagliandi per acquistare un libro, a propria scelta tra romanzi o saggi, nei negozi WH Smith.

L’iniziativa può contare sull’appoggio del Nation Literacy Trust, ovvero l’ente inglese fondato con lo scopo di promuovere la lettura e la comprensione del testo scritto.
Non è la prima volta che questa idea viene messa in pratica, riuscendo a diffondere circa 9 milioni di libri. La speranza è che altri editori aderiscano al progetto per riuscire a modificare le abitudini dei più piccoli. Le sconfortanti statistiche del National Literacy Trust, oltre a far emergere la limitata diffusione dei libri, hanno infatti evidenziato anche il poco amore di bambini nei confronti della lettura. La metà degli intervistati ha dichiarato senza troppi tentennamenti che non ama leggere.
Una situazione non certo positiva, ma non limitata solo al Regno Unito. Sarà interessante osservare i risultati del progetto Happy Reader e vedere se, in futuro, McDonald’s deciderà di applicarlo a livello internazionale.