Monti inaugura la stazione di Porta Susa a Torino tra le proteste

Finalmente ultimata la stazione ferroviaria torinese di Porta Susa, uno dei nuovi scali per l’alta velocità. L’inaugurazione è stata accolta da molte proteste. Non solo NoTav, ma anche tassisti e studenti e ad un certo punto la polizia è dovuta intervenire con una carica per disperdere la folla.

Un grande passo verso l’alta velocità – Sicuramente si tratta di un tassello importante per la realizzazione della famigerata linea Torino-Lione, probabilmente è una grande opera ingegneristica, capace di dare nuovo impulso al nome di una città del calibro di Torino. Per questo oggi per l’apertura della stazione di Porta Susa c’erano sia i suoi grandi promotori, ovvero le istituzioni e la dirigenza di Trenitalia, sia chi da mesi protesta contro l’alta velocità e più in generale contro le misure applicate dal governo tecnico di Mario Monti. Oggi il Professore è arrivato con un treno proveniente da Milano ed è stato accolto dal ministro del Lavoro Elsa Fornero e dal sindaco Piero Fassino. Presenti anche il ministro dell’Istruzione Francesco Profumo, l’amministratore delegato di Trenitalia Mauro Moretti e il presidente della Regione Piemonte Roberto Cota.

Contrasti – “Occorre vincere le pulsioni istintive, però devastanti, che talvolta hanno bloccato la realizzazione di infrastrutture che sono importanti per il sistema dei trasporti e la competività del nostre Paese”. Queste sono state le parole di Monti, mentre nei dintorni della nuova stazione di Torino centinaia di persone sono scese in strada per manifestare contro l’alta velocità e il governo. C’erano i NoTav, i tassisti, i lavoratori della De Tomaso, esponenti della Cub, leghisti e molti studenti. Incolore il commento di Cota, mentre molti dei suoi elettori cercavano di disturbare la cerimonia. “Questa stazione è un passo avanti importante, cambia dal punto di vista urbanistico e collega Torino al mondo più velocemente.” ha detto il presidente della Regione. “Forse c’è solo Parigi al nostro livello.” Poi parlando di Monti, ha aggiunto: “Io non faccio polemica, questo il è governo che ha aumentato pressione fiscale e fatto politiche sbagliate. Questa è la mia opinione. Sulla sua presenza oggi non faccio polemiche, è il premier in carica”.