#staystrongfede: finge un cancro per avere più follower su Twitter

Nell’era della Rete 2.0 e del Social-vivere più esasperato, il rischio di andare oltre i limiti del buon senso in nome della popolarità è arrivato davvero al limite. Uno degli esempi più eclatanti è quello che, nella giornata di oggi, sta indignando migliaia di utenti su Twitter. Il caso è quello di Federica, presunta 15enne a cui sarebbe stato diagnosticato un tumore al cervello. La ragazza, ha rivelato la cosa al mondo tramite un TwitLonger (un tweet più lungo del normale) pubblicato nella giornata di ieri (domenica 13 gennaio) e che riportiamo qui di seguito.

“Mi hanno appena diagnosticato un tumore al cervello.
Sto piangendo come una disperata, ho solo 15 anni: non ho ancora realizzato i miei sogni, nessuno mi ha ancora amata e non ho ancora fatto l’amore.
Ora, non scrivo questo twitlonger per avere più followers o per farvi pena ma per due semplici ragioni.
La prima è che vedo ogni santo giorno su twitter gente che si lamenta o che si taglia perchè è grassa, è brutta, è troppo magra o addirittura qualcuno perchè justin fuma. CAZZO, QUESTI VI SEMBRANO I VERI PROBLEMI DELLA VITA? NO, QUESTE SONO DELLE STUPIDAGGINI, MA CON LA MIA MALATTIA (INSOMMA AMMETTIAMOLO) NON SO SE I MEDICI RIUSCIRANNO SALVARMI… LA PERCENTUALE DI SOPRAVVIVENZA E’ BASSA.
Detto questo, volevo anche sfogarmi perchè sono incazzata nera e avevo bisongo di qualcuno che mi aiutasse con qualche parola dolce.
CHE DIO MI AIUTI”

In un attimo, la ragazza ha raccolto la solidarietà di tantissimi utenti di Twitter, che con l’hastagh #staystrongfede le hanno dato il loro appoggio morale; in poco tempo i suoi follower sono passati da 190 a 1700. Non che un cinguettio o un retweet possano cambiare molto a livello clinico, ma se non altro possono aiutare a sentirsi meno soli. Il problema è che, poche ore dopo, è venuto fuori che – con molta probabilità – si trattava di una bufala: alcuni utenti hanno sottolineato delle incongruenze piuttosto evidenti, messe in parte a nudo anche nella foto a corredo di questo articolo. Dopo lo smascheramento, l’account è stato immediatamente cancellato; con buona certezza non c’è nessuna 15enne malata di cancro, non c’è nessuna tragedia in atto. Solo qualcuno – e non è detto che fosse la 15enne in questione, magari inventata, o magari no – che si è inventato questa storia strappalacrime per avere più seguito o su Twitter o per farsi un po’ beffe della solidarietà social. Improvvisamente l’hastagh solidale #staystrongfede è diventato l’hastag della vergogna: migliaia di utenti indignati stavano – e stanno tuttora – esprimendo la loro rabbia per una beffa dal sapore tanto amaro.

Allora la conclusione sembra essere questa: la malattia vera – in un momento in cui la caccia di “amici” facebookiani e “followers” twitteriani è diventato l’imperativo dominante – forse non è il cancro, ma la disperata ricerca di attenzione nel mondo virtuale della rete. Anche a costo di mettere alla berlina qualcosa che distrugge intere vite e famiglie. Il miglior commento a questa probabile bufala, è questo lungo tweet di risposta, dedicato alla presunta Federica da un’altra utente di Twitter. Lei sì, purtroppo, malata di cancro.

Facile fingere di avere un tumore, Fede? Sì, parlo proprio di te, dell’hashtag #staystrongfede, tu che hai finto di avere un tumore solo per aumentare di followers, passando da 190 a 1.700 e passa. Facendoti fare un hashtag su misura, solo per te. Parlo di te che per avere qualche parola di conforto come ‘Oh poverina, ce la farai, stay strong’ hai inventato una cazzata oscena.
Capisci cosa significa avere un cancro? Capisci cosa significa avere pochi mesi di vita? Essere malati terminali? Sai cosa vuol dire vivere ogni secondo pensando che potrebbe essere l’unico? Hai mai vissuto niente del genere?
Non credo proprio, detto da una che un cancro l’ha avuto e sconfitto.
Precisamente un rabdomiosarcoma. Non sai cosa è, vero? Non sai i nomi dei tumori, vero? Sai quello che sanno tutti quelli non informati, la zona, e se è benigno o maligno. Li sai i nomi? Sai cosa vuol dire ‘sarcoma’? Che tipo di tumore era il tuo?

Sai come ci si sente ad avere un tumore? Sai cosa si prova?
Sicuramente non si corre a scriverlo su twitter, sicuramente non si condivide il twitlonger per scrivere un normalissimo ‘leggi? :)’.
Quando ho scoperto IO di avere un tumore, sono corsa dal ragazzo di cui ero innamorata e gli ho detto che lo amavo, ci ho rimesso perchè adesso mi ignora ma sono fiera di averlo fatto.
Ho abbracciato i miei genitori.
Ho pianto.
Ho scritto.
Ho ballato.
Ho comprato libri su libri.
Ho vissuto giorno per giorno, cercando di nascondere la paura.
Ma sicuramente non l’ho trovato un pretesto per aumentare di followers, anzi. Lo sapevano poche, pochissime persone.

C’è chi non ha più delle persone care per colpa di questo male chiamato cancro, c’è chi lotta contro di lui ogni giorno e c’è chi lo ha avuto e se ne ricorda ogni giorno ringraziando di averlo sconfitto, e tu inventi una cazzata di quel genere solo per avere qualche follower in più ed essere popolare per qualche ora su questo social network?
Non sono cattiva, sono delusa dalla cattiveria della gente, e non parlo di quella che ti insulta per aver inventato quella stronzata, parlo di te che non hai cuore per capire chi davvero ha un cancro.
Altrochè #staystrongfede. Io twitterei #fedevergognati