Google Fiber vuole cambiare il mondo (ancora)

La banda ultralarga di Google si chiama Fiber e per ora esiste solo nella città di Kansas City. Con questa grande innovazione, l’azienda americana non vuole sostituire le compagnie telefoniche nazionali, ma addirittura cercare di cambiare le nostre abitudini.

La connessione più veloce – Il grande progetto di Google è un po’ nascosto. Se si guarda a quanto sta facendo a Kansas City, negli Stati Uniti, si potrebbe pensare solo ad un test, per cercare di approdare nel mercato delle telecomunicazioni. Ma non è così. L’azienda di Mountain View ha piazzato una rete da 1Gb al secondo. Una velocità eccezionale, se si considera che il massimo in circolazione si aggira sui 20 Mb. Per ora si tratta però di un esperimento solo per la realtà della città principale del Kansas e così rimarrà, almeno fino a quando le aziende del settore non decideranno di implementare il loro servizio.

Rivoluzione – Infatti Google ha annunciato di non voler sostituire le compagnie di telecomunicazioni, ma piuttosto stimolarle a migliorare la capacità della loro rete. A questo punto verrebbe da domandarsi il perché di questa necessità di accelerare lo sviluppo. Il motivo è molto interessante. Google starebbe cercando da qualche tempo di creare un nuovo tipo di coinvolgimento per i suoi utenti. Lo chiamano “ultrateinment”, cioè siamo oltre il limite del normale intrattenimento. Con connessioni sempre più veloci, sarà possibile costruire piattaforme con capacità molto sofisticate nell’ambito di Internet, della televisione e dei giochi. Gli studi di questi ultimi mesi, sarebbero proprio orientati a creare un mix di questi elementi, per produrre un nuovo utilizzo di Internet e quindi un nuovo cambiamento delle abitudini sociali, dopo quelli avvenuti con la nascita del web e del digitale. Tornando a Kansas City, per ora i suoi cittadini potranno usufruire del servizio Internet più veloce al mondo. Costo del pacchetto da 1Gb 300 dollari di attivazione, più una quota mensile da 70 dollari.