Fichi d’India: Bruno Arena in coma?

Dal malore durante la registrazione di Zelig al coma. Preoccupazione e suspance hanno avvolto il mondo dello spettacolo, ma soprattutto fra i comici di Zelig. Bruno Arena, noto a moltissimi telespettatori ed estimatori come uno dei due componenti dei Fichi d’India, ovvero la coppia comica formata da lui e da Massimiliano Cavallari, pare aver accusato un malore durante la registrazione della seconda puntata di Zelig proprio al termine di uno dei suoi interventi. Le notizie che trapelano e che girano su internet parlano di prognosi riservata e di coma ma ancora non si capisce cosa possa essere successo.

Il malore. Come detto pare che il comico abbia accusato un malore proprio durante la registrazione della seconda puntata del programma comico di Mediaset, programma che è tornato in onda solo questa settimana con nuovi conduttori e con tantissime novità. Cosa è successo a Bruno? Nessuno sa bene come si siano svolti i fatti, ma ciò che è certo è che Arena è stato immediatamente trasportato all’Ospedale San Raffaele di Milano dove, dopo i primi accertamenti, gli è stata riscontrata un’emorragia cerebrale. I medici, quindi, lo hanno portato subito in sala operatoria per l’intervento che sarebbe andato a bloccare l’emorragia e, a quanto si apprende, pare essere andato tutto bene. Nonostante la prognosi riservata, si è poi venuti a sapere che il comico, ora, sia tenuto sotto controllo dai medici e dal personale ospedaliero nel reparto di rianimazione post operatoria.

I messaggi di amici e colleghi su Twitter. La notizia ha cominciato a circolare sui social network ancora prima che si potesse apprendere nella sua interezza. Amici e colleghi hanno infatti pubblicato su Twitter i loro messaggi di incoraggiamento a Bruno e solo dopo il manager del comico, Massimo Zoli, ha annunciato a tutti ciò che era successo. Se da Mediaset è poi giunto un messaggio che dice: “Tutta la squadra di Canale 5 è vicina alla famiglia di Arena e manda un abbraccio e un in bocca al lupo a Bruno, sicuri di rivederlo al più presto sul palco” i protagonisti della Rete che hanno lavorato con lui e che lo conoscono bene, ma anche altri amici e conoscenti, su Twitter hanno voluto far sentire la loro vicinanza a lui e alla famiglia e tutte le loro preoccupazioni per la salute dell’amico. Federica Panicucci, ad esempio, ha scritto: “La giornata è iniziata con una brutta notizia. Bruno, amico mio, andrà tutto bene, vedrai. Ti vogliamo bene, io e Mario siamo con te”. Il giornalista de La Stampa, Luca Dondoni, invece, ha detto:“Un pensiero forte per un amico divertente. Forza, forza, forza, Bruno!”, il manager Lucio Presta ha affidato ad un cinguettio le seguenti parole: “Bruno, abbiamo ancora molto da fare, non scherzare” mentre Max Novaresi : “Ho appena saputo. Sono basito. Uno come te, l’energia pura, una persona stupenda… ma che cacchio fai?”. Fra tutti, però colpisce come un pugno allo stomaco il messaggio lasciato su Facebook dal figlio del comico che con un accorato appello in cui qualsiasi figlio più immedesimarsi percependone la paura, l’ansia, ha scritto: “Papà… Combatti ti prego… Non sono pronto… È troppo presto… Combatti”.