Steven Spielberg non è interessato a girare un film su Berlusconi

Il regista Steven Spielberg ha fatto tappa a Roma per promuovere il suo film Lincoln, in arrivo nelle sale italiane il 24 gennaio e in corsa per i premi Oscar assegnati dall’Academy con ben 12 nomination.
Oltre ad incontrare il presidente del Senato Renato Schifani, il regista ha rilasciato qualche intervista e risposto alle domande dei giornalisti presenti.
Tra i quesiti posti a Spielberg ce ne è stato anche uno piuttosto curioso: se sarebbe interessato a realizzare un film sulla vita di Silvio Berlusconi, dall’ascesa come imprenditore all’impegno politico, senza dimenticare i problemi legali, il processo Ruby e il bunga bunga.
La risposta del regista è stata chiara: solo un talento visionario come Federico Fellini sarebbe potuto riuscire a trarre un film dalla biografia di Berlusconi.
Come riportato anche dai maggiori quotidiani, Steven Spielberg ha, invece, espresso la volontà di collaborare con Roberto Benigni. Il progetto, però, è solo un’idea senza basi fondate o sceneggiature già scritte.

Dopo il trionfo di Ben Affleck nella serata di premiazione dei Golden Globe, nelle categorie Miglior Film Drammatico e Miglior Regista grazie a Argo, le probabilità che Lincoln riesca a trasformare le 12 nomination in vittorie è vista con un pizzico di incertezza in più rispetto a poche settimane fa. L’unico Oscar quasi certo sembra essere quello come Miglior Attore che dovrebbe, senza troppe sorprese, essere consegnato nelle mani di Daniel Day-Lewis durante la serata del 24 febbraio, in diretta mondiale.