WDS, le previsioni per il 2013: ritorna il Blackberry e spopola l’NFC

La società WDS ha preparato anche quest’anno una classifica delle tecnologie che avranno successo nel 2013 in campo wireless. Ritornano in auge il Blackberry e i telefoni Windows, mentre la Apple non appare tra le sorprese più attese nei prossimi mesi.

Il ritorno – Dopo sei trimestri in negativo, la RIM, azienda che produce il Blackberry, potrebbe tornare in vetta alla classifica delle vendite. Questo almeno secondo WDS, società controllata da Xerox, specializzata nel mondo del wireless. Nonostante RIM abbia visto crollare la propria quota di mercato fino a raggiungere la soglia del 4%, il lancio di BB10 OS, potrebbe essere la mossa decisiva per un totale sconvolgimento degli equilibri. Così come Microsoft, che sta già facendo notare ottime vendite dei dispositivi che utilizzano il suo nuovo sistema operativo, come i Lumia di Nokia. Android potrebbe invece brillare grazie all’espansione della sua piattaforma su altri strumenti, come le smart tv, le fotocamere e i navigatori satellitari.

La classifica, top 5 – Al primo posto nelle previsioni di WDS c’è la sopravvivenza dei “feature peones”, che resisteranno grazie ad una flessione del loro prezzo. Segue poi il grande  successo dell’NFC, una tecnologia che utilizza i sensori di prossimità, con la quale condividere informazioni risulta piuttosto semplice. Per ora questo sistema è stato sfruttato soprattutto nei pagamenti, ma presto il traffico dei dati potrebbe tornare l’argomento più sensibile per gli sviluppatori di software. Al terzo posto troviamo invece gli operatori mobile, che per la prima volta potrebbero sfidare i loro colleghi della rete fissa. Il sorpasso si verificherebbe grazie allo sviluppo della rete 4G, che renderà le reti mobili molto più veloci ed efficienti. Come annunciato ci sarà quindi l’espansione di Android, che secondo WDS diventerà addirittura “virale” e a seguire la fine della guerra dei brevetti, che sta impantanando da mesi Apple, Samsung e Google. Secondo le previsioni, i tribunali potrebbero finalmente svuotarsi, perché le aziende in questione preferirebbero una concorrenza meno aggressiva, per non avvantaggiare la crescita degli altri marchi.

La classifica, le altre 5Come Microsoft, che guadagna grazie alla sua crescita il sesto punto della classifica, sfruttando proprio la disattenzione creata dalla guerra dei brevetti. All’ottavo posto troviamo la nascita del primo telefono di Amazon, che potrebbe entrare nel mercato degli smartphone, dopo che aveva invaso quello dei tablet con i suoi Kindle. A seguire il ritorno del Blackberry e nell’ultima posizione della top10 troviamo il pericolo degli attacchi informatici, che dopo i danni provocati nell’anno appena concluso, nel 2013 potrebbero espandersi a macchia d’olio soprattuto sui dispositivi mobile.