Home Notizie di Calcio e Calciatori Calciomercato Milan, per Kakà martedì decisivo a Madrid

Calciomercato Milan, per Kakà martedì decisivo a Madrid

Calciomercato MilanRicardo Kakà è il giocatore sul quale si stanno concentrando le attenzioni del Milan in questa campagna acquisti invernale. L’ex stella brasiliana è ormai confinato a panchinaro da Mourinho, la sua volontà, assieme a quella della sua famiglia, è quella di tornare in Italia e provare a rinascere calcisticamente.

Decisioni – Come ha dichiarato Adriano Galliani per far sì che si vada a dama, occorre che le tre parti in causa, Real Madrid, Milan e calciatore, facciano uno sforzo per venirsi incontro. Chi per la verità non dovrebbe muovere una foglia, vista la vagonata di soldi pagati per una bufala, è proprio la società madrilena. Perez all’inizio era riluttante, tanto è vero che anche lo scorso anno ci fu un sondaggio da parte della dirigenza milanista, perchè non voleva regalare un calciatore pagato oro. Adesso è conscio che farlo restare con i blancos vorrebbe dire solo staccare un maxi assegno per niente, quindi si è abbondantemente ammorbidito. Il Milan dal canto suo dovrà fare uno strappo alla nuova politica sul monte ingaggi, inoltre dovrà prendere un calciatore non più giovane, come aveva promesso Silvio Berlusconi. Infine Kakà, che da 10 milioni netti all’anno dovrebbe scendere a 5 per fare ritorno a Milanello.

Strategia – Quello che si è omesso di dire è che i rossoneri non intendono pagare il cartellino, proponendo il prestito di due anni e mezzo del trequartista. Martedì a Madrid l’incontro che potrebbe essere decisivo, come riporta oggi in prima pagina ‘La Gazzetta dello Sport’. Vista la smania di sondaggi di Berlusconi, chissà se il patron ne ha fatto uno sui tifosi del proprio club, su cosa ne pensano di questa operazione di mercato. L’impressione è che stavolta nemmeno la sua abilità a giocare con la realtà gli possa far valere un avallo dei supporters: Kakà obiettivamente non ha il profumo del nuovo che avanza, ma di vecchi abiti che sanno di naftalina.