Tiger Woods torna dalla moglie e le offre 200 milioni di dollari: “Ma niente corna”

Dopo decine (forse centinaia) di tradimenti, Tiger Woods torna all’ovile. A due anni dallo scandalo sessuale che l’aveva travolto (amanti a frotte, messaggi spinti, bugie spudorate, ecc.) sembra che lo strapagato golfista sia intenzionato a rimettersi con sua moglie, Elin Nordegren. E non è un ritorno sommesso, il suo, anzi: ha tutti i crismi della pompa magna. Consapevole di avere molto (ma davvero molto) da farsi perdonare, secondo il National Enquirer Woods è tornato dalla sua ex-moglie con un anello e una proposta difficile da rifiutare: 200 milioni di dollari in dote, come pegno del suo amore. Citando un noto film, letteralmente “un’offerta che non potrà rifiutare“.

La clausola contro le corna – La Nordegren – che dalla separazione dal marito ha avuto grosse compensazioni economiche – avrebbe rincontrato già Woods a Natale, e in quell’occasione sarebbe arrivata la proposta di ricongiungimento. Una risposta ufficiale ancora non è arrivata, ma le fonti riportano che la donna avrebbe giocato al rialzo: 200 milioni di dollari non bastano, per preservare l’onore ci vuole anche una solida “clausola anti-corna”, che dissuada il golfista dal cedere facilmente ai suoi impetuosi bisogni sessuali. Detto fatto: a quanto pare, l’accordo pre-matrimoniale tra i due prevede che, in caso di tradimento, Woods debba sborsare in favore della moglie la clamorosa cifra di 350 milioni di dollari (circa metà delle sue entrate). Una proposta per assicurarsi di non essere tradita, oppure un’astuta mossa di una donna che – consapevole della recidività del marito – conta già di  rimpolpare a dismisura le proprie casse?

photo credit: K’s Photo’s via photopin cc