Domenica Live: Gabriele Parpiglia parla della latitanza di Fabrizio Corona

Dalla diretta del programma di Canale 5. Barbara D’Urso e Fabrizio Corona, amore e odio. Ora, però, che Corona è latitante, la D’Urso ospita l’amico che i due hanno in comune, Gabriele Parpiglia, e da spazio agli appelli. Durante la diretta di oggi, domenica 20 gennaio, di Domenica Live, infatti, Parpiglia e Giangavino Sulas sono stati chiamati a commentare la vita di Corona e le sue ultime gesta dopo la condanna a 5 anni per estorsione aggravata ai danni dell’ex calciatore della Juve Trezeguet. Il paparazzo dei Vip, infatti, da venerdì, giorno dopo la sentenza, è scomparso o meglio si è reso irreperibile a tutti. Questo, quantomeno,  fino a poco fa, quando in Internet e sul suo profilo ufficiale su Facebook è comparso un messaggio.

L’appello di Parpiglia e della mamma di Nina Moric. Durante la diretta Parpiglia ha cercato di tracciare un’analisi sul comportamento dell’amico e ha lanciato i suoi appelli, appelli che, come la stessa conduttrice ha raccontato, sono stati anche scritti pubblicamente su Facebook. Secondo Parpiglia l’amico Corona non è un latitante organizzato, non è una persona in fuga per disprezzo verso la giustizia, una persona che si sente infallibile e che si sente al di sopra delle parti. Secondo Parpiglia Corona è in fuga da se stesso ed in preda al panico sta facendo una delle cavolate più grandi della sua vita, la cavolata più grande di tutte. Da amico, il giornalista, chiede a Fabrizio di farsi vivo pensando almeno al figlio Carlos che, anche se in carcere, potrà abbracciare e veder crescere. Nell’analisi, poi, dei vari processi in cui Corona risulta imputato e delle sue mosse legali Salus si chiede come mai abbia assunto il suo ultimo avvocato solo nella fase finale e insieme a Parpiglia si chiede, anche, come mai il fotografo abbia risarcito Trezeguet solo dopo la prima sentenza, quando, cioè, ormai tale esborso non avrebbe fatto alcuna differenza per la giustizia italiana e la Corte di Cassazione non avrebbe potuto tenerne conto. Per entrambi i giornalisti, infatti, l’accordo fra Corona e il calciatore è giunto troppo tardi, ma, nonostante ciò, pur non volendo entrare nelle motivazioni del giudizio e nei vari processi, Parpiglia e la D’Urso lanciano il filmato esclusivo dell’appello della mamma di Nina Moric che sottolinea l’estraneità della figlia e che chiede all’uomo di ragionare.

L’ultimo messaggio. Dopo che Parpiglia ha sottolineato il suo pensiero in merito alla condanna che, secondo lui, è troppo severa, dopo gli ultimi appelli e tutti i rumors sui vari media, poco fa, sul profilo ufficiale Facebook di Fabrizio Corona è apparsa una frase:“Quando la tempesta sarà finita, probabilmente non saprai neanche tu come hai fatto ad attraversarla e a uscirne vivo. Anzi, non sarai neanche sicuro se sia finita per davvero. Ma su un punto non c’è dubbio. Ed è che tu, uscito da quel vento, non sarai lo stesso che vi è entrato”.  L’aggiornamento dello status riporta la scritta Quarto Oggiaro. Corona si trova ancora in Italia? Si tratta di un fake? Si costituirà? Possibile che Digos, Carabinieri e Interpol, scomodata per tutto ciò, non siano riusciti a rintracciarlo prima? Insomma la trama si infittisce e la suspance aumenta. Se fosse un vero latitante, però, il post su Facebook sarebbe un passo falso un passo che, forse, nemmeno un principiante avrebbe mai fatto.

photo credit: ManuelaUster via photopin cc