Prevenire furti e rapine, i consigli della Polizia di Stato

La crisi economica ha indotto negli ultimi anni un aumento della criminalità nelle città, dove furti e rapine sono ormai all’ordine del giorno… Dalla Polizia di Stato arriva così un prezioso depliant destinato a commercianti ed esercenti, per evitare visite indesiderate da parte di malintenzionati. Primo consiglio consiste nel “rendere sicuro” il proprio negozio, dotandolo di vetrine antisfondamento, sistema di videosorveglianza e di sistema di allarme collegato, mediante combinatore telefonico, con le Forze dell’Ordine. Altrettanto importante è tenere illuminato, di notte e nei giorni di chiusura, il proprio negozio, in modo da agevolare l’operato delle Forze dell’Ordine in caso di intervento.

E’ opportuno che i commercianti ritirino gli oggetti di maggiore valore dalle vetrine, a fine giornata e nei giorni di chiusura, e che non accumulino in cassa grandi somme di denaro. In alternativa al pagamento in contanti, è bene privilegiare mezzi di pagamento elettronico. Se si dispone poi di distributori automatici di bibite ed alimenti, ritirate il denaro dalle cassette di raccolta, lasciandole aperte per evitare possibili danneggiamenti agli impianti. Ecco una serie di atteggiamenti da evitare poi dinanzi al cliente: se si è soli ad operare nel negozio, non allontanatevi mai dal locale in presenza di pubblico; inoltre evitate di mostrare tanta merce al cliente, specie se accompagnato da altri, in quanto potrebbe distrarvi con il loro aiuto e sottrarvi i prodotti più costosi.

E’ importante che il commerciante non si faccia prendere dall’ansia di essere rapinato, ma che comunque mantenga alta la guardia: se una persona entra in maniera sospetta nel negozio, senza alcun apparente motivo, oppure una autovettura sosta o transita ripetutamente nelle vicinanze del negozio, prendete nota della targa e delle caratteristiche fisiche dell’individuo sospetto e segnatelo immediatamente alle Forze dell’Ordine. Evitate poi gli eroismi: se alla riapertura notate qualche anomalia, non entrate e chiamate subito il 113; allo stesso modo, durante una rapina, mantenete la calma e cercate di memorizzare quante più informazioni possibili sui malviventi, così da aiutare in seguito le Forze dell’ordine nella identificazione dei rapinatori. Infine, non intervenite mai sulla “scena del crimine”, ma mantenete tutto intatto per facilitare chi di dovere nella raccolta di eventuali tracce.
photo credit: Brizius via photopin cc