Bambino di 7 anni scrive alla Lego, la risposta del servizio clienti commuove la Rete

Quello della Lego non sembra proprio essere un servizio clienti come gli altri. Già in passato alcuni lo avevano sottolineato: ora il caso del piccolo Luka Apps – che sta rimbalzando ovunque in Rete – sembra confermarlo. Questa la storia: Luka, grande patito dei Lego (esiste qualche bambino che non lo è?) mette da parte tutti i suoi risparmi per comprare il set NinjaGo. Poco dopo, però, a causa di una sbadataggine perde uno dei personaggi del set. Il padre lo incoraggia a scrivere una mail alla Lego, il piccolo Luka lo fa. Ecco il testo della sua lettera.

 

Ciao.
Il mio nome è Luka Apps ed ho 7 anni.
Con tutti i miei risparmi di Natale mi sono comprato il kit NinjaGo del Predatore Ultra Sonico.
Il numero è il 9449. E’ davvero molto bello.
Papà mi ha portato da Sainsbury e mi ha detto di lasciare i personaggi a casa ma io li ho portati con me ed ho perso Jay ZX al negozio perchè mi è caduto dal cappotto.
Sono davvero dispiaciuto d’averlo perso. Papà mi ha detto di spedirvi una mail per vedere se è possibile averne un altro.
Prometto di non portarlo mai più al negozio se me lo spedite.
Luka

Il servizio clienti Lego, nella persona di un certo Richard, non ha fatto attendere la sua risposta. E che risposta. Leggete qui:

Luka, Ho detto al sensei Wu che la perdita di Jay è stato solo un incidente e che mai e poi mai avresti fatto in modo che si ripetesse.?Mi ha quindi incaricato di dirti:”Luka, tuo padre sembra davvero una persona molto saggia. Devi sempre proteggere i tuoi personaggi NinjaGo come i draghi proteggono le armi di Spinjitzu!”.?Il Maestro Wu mi ha anche detto che va bene spedirti un nuovo Jay e di aggiungerci anche un piccolo extra perchè chiunque risparmi tutti i suoi soldi di Natale per comperare il Predatore Ultrasonico deve essere davvero un grande fan di Ninjago.
Quindi, spero ti godrai il tuo Jay con tutte le sue armi. Avrai in realtà l’unico Jay che combina 3 differenti personaggi in uno ! Ti spedirò anche un cattivo con cui farlo combattere!
Solo ricorda ciò che ti ha detto il Maestro Wu : proteggi i tuoi personaggi come le armi di SPinjitzu e dai sempre retta al tuo Papà.

Questa storia sta facendo il giro del web, ma il vero motivo non è (o almeno, non è solo) la premura della Lego nei confronti del suo piccolo cliente. No, il vero motivo è la sorprendente creatività del buon Richard, che solo con le parole è riuscito a dare vita al mondo di cui Luka è così innamorato (al punto da spenderci tutti i suoi risparmi). In assenza di prove più precise e concrete su questa storia, considerando che si tratta di un tipico fenomeno da tam-tam internettiano, alcuni hanno anche supposto si tratti di una bufala, o addirittura una forma virale di pubblicità della Lego. Tutto è possibile, ma poco importa: in barba a videogiochi, tablet e computer, è bello pensare che si possa ancora far sognare i bambini con le parole giuste e un po’ di fantasia.