Home Spettacolo

Quarto Grado, parla la mamma di Sarah Scazzi

CONDIVIDI

Tra i casi dell’ultima puntata di Quarto Grado, in onda venerdì 25 gennaio, Salvo Sottile è tornato a parlare dell’omicidio di Sarah Scazzi. Stavolta a rilasciare un’intervista esclusiva ai microfoni di Quarto Grado è stata Concetta Serrano, madre della piccola Sarah: la donna, finora contraddistintasi per il dignitoso silenzio, ha stavolta deciso di parlare per raccontare la sua verità sull’assassinio della figlia. “L’hanno uccisa per tapparle la bocca, perché Sarah non doveva parlare più. Ho la sensazione che la bambina sapesse o avesse visto qualcosa e che sotto ci fosse qualcosa di grave”- è la versione della Serrano, convinta che Sarah sia stata fatta fuori perché testimone scomodo di non si sa cosa…

Mentre Nicodemo Gentile, avvocato di Concetta Serrano, ribadisce l’inattendibilità di Michele Misseri, la madre di Sarah Scazzi continua a credere che il cognato sia soltanto una pedina nelle mani delle donne di casa Misseri. “La bugia più grossa di mia nipote Sabrina è stata quando ha detto ‘Mio padre è un vigliacco’. Quando Sabrina dice così, vuol far credere che sia stato Michele ad uccidere Sarah e non lei. Secondo me, in realtà, il senso è un altro: lo dice perché suo padre ha parlato e invece doveva stare zitto, come hanno fatto lei e la madre tutto questo tempo”- ha dichiarato Concetta. In riferimento alla sorella Cosima, ha poi aggiunto: “Prima nelle interviste Cosima sbandierava la frase ‘Male non fare, paura non avere’. Adesso si è ammutolita. Vorrei capire perché, davanti al giudice non parla”. Per l’addolorata Concetta è ora che Cosima e la figlia Sabrina “parlino” e finiscano di nascondersi dietro le bugie di Michele Misseri…