Elezioni 2013: Monti e la “minaccia” della manovra correttiva

ULTIMO AGGIORNAMENTO 7:43

Tra tutte le accuse incassate finora, quella che ha raggiunto ieri Mario Monti rischia di essere la più infamante. L’apparizione mattutina del Professore a Omnibus ha dato il là ad accese polemiche, animate da chi, nelle sue parole, ha scorto un intento minatorio. Inoltrandosi su un terreno quanto mai scivoloso, infatti, il premier non ha escluso che il prossimo governo debba ricorrere a una manovra correttiva, se gli italiani decideranno di votare a favore delle altre coalizioni.

“Al momento, nonostante il peggioramento delle previsioni sul Pil, una nuova manovra non appare necessaria. Ma non escludo niente in certi casi di esito del voto“: sono queste le parole con cui l’ex tecnico “folgorato” dalla politica ha acceso ieri la miccia dell’ennesima polemica elettorale. Le parole pronunciate da Mario Monti hanno raggiunto in tempo reale tutti, spingendo i più insofferenti a controbattere tempestivamente. “Mi par di aver capito che la manovra non si fa se c’è lui – ha commentato Pier Luigi Bersani – Un po’ di modestia sarebbe consigliabile”. 

Un giudizio sostanzialmente benevolo, se messo a paragone con quello consegnato da Susanna Camusso“Benché dimissionario – ha osservato la numero uno della Cgil – Mario Monti dovrebbe ricordarsi di essere il presidente del Consiglio e, quindi, dovrebbe spiegare a che punto lascia i conti del Paese. Non può sostenere che la manovra ci può essere o no a seconda di chi vince, anche perché – ha tagliato corto la sindacalista – appare un messaggio minaccioso agli elettori”.

 A “picchiare” duro sul bocconiano anche la deputata del Pdl, Deborah Bergamini“Il nuovo stile che Mario Monti ha portato in politica? La minaccia – ha affondato – Il premier ci ha spiegato che un suo futuro governo abbasserà le tasse, mentre se ci sarà una maggioranza diversa dalla sua a guida dell’esecutivo, si potrebbe dover andare incontro a una nuova manovra. Come dire: o la borsa o il voto”.

 

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!