Patente europea: ecco le ultime novità per chi guida

Dal 19 gennaio scorso è arrivata la patente europea così come stabilito dal Decreto legislativo 18/4/2011 n. 59 riguardante l’attuazione delle direttive 2006/126/CE e 2009/113/CE concernenti la patente di guida.  Il nuovo documento, simile ad una carta di credito, è dotato di un cip che rende difficile la falsificazione. Pensate che le novità sia tutte qui? Vi sbagliate di grosso perché la patente europea non indicherà più la residenza, ma, novità delle novità sarà in grado di abilitare, chi la possiede, alla guida in tutti i Paesi dell’Unione Europea. Senza farsi prendere dall’ansia è bene sapere che per gli attuali patentati non cambierà nulla e dovranno aspettare il momento del rinnovo per averefra le proprie mani il documento appena modificato.

Cambiamenti al codice stradale. A cambiare non sarà solo la patente o meglio quel pezzo di cartoncino plastificato che ci abilita a guidare un’autovettura o un qualsiasi mezzo di trasporto. Nel mentre, infatti, è stata varata una mini riforma del codice stradale che ha introdotto nuove regole. Prima di tutto, a quanto pare, si deve ancora parlare di patente visto che vi saranno ben 9 categorie con l’aggiunta di alcune sottocategorie, dipendenti da una delle nove, ed in grado, però, di abilitare alla guida di solo determinati veicoli della categoria principale. Cosa si dovrà fare per ottenere queste diverse patenti? Quali regole sono state messe in atto? Per conseguire la patente A senza limiti, detta anche A3, bisognerà aver compiuto almeno ventiquattro anni. Per la sottocategoria, ovvero per la patente A2, invece, bisognerà avere come minimo 18 anni, e nei due anni successivi si potrà condurre motocicli solo fino a 35 kw di potenza. Dopo questo lasso di tempo cadranno  tali limitazioni e sarà possibile condurre qualsiasi motociclo. Per la patente A1, invece, bisognerà avere almeno 16 anni e si potranno guidare, così, motocicli di cilindrata fino a 125 cm3 e potenza massima fino a 11 kw. Regola fondamentale a cui i neo patentati di A e A2 dovranno fare estremamente attenzione è quella che indica come nei primi 3 anni non si potranno oltrepassare la velocità di 100 km/h in autostrada e di 90 km /h sulle principali strade extraurbane.

Patente AM.  La patente AM andrà a sostituire il patentino e consentirà ai giovani di guidare mezzi a 2 o 3 ruote di cilindrata non superiore a 50 cc e le minicar, i quadricicli leggeri la cui cilindrata non potrà essere superiore a 50 cc. I corsi organizzati della scuole verranno sostituiti da corsi tenuti nelle autoscuole.

photo credit: Mike Licht, NotionsCapital.com via photopin cc