Cosenza: uomo ucciso e fatto a pezzi, fermata la figlia

Una cruenta tragedia familiare si è consumata nella giornata di oggi, 30 gennaio, in un comune nella provincia di Cosenza, sul Mar Ionio. Luogo della tragedia è stata la Marina di Trebisacce, dove un uomo è stato trovato morto all’interno della sua abitazione privata.

Uomo ritrovato ucciso a Trebisacce, in provincia di Cosenza – Un uomo di 72 anni, Riccardo Chiusco, originario di Marina di Trebisacce, è stato trovato ucciso, dagli uomini dei carabinieri del luogo, nella sua casa privata. Le forze dell’ordine sono stati allertati da alcuni parenti della vittima che, allarmati dalla sua sparizione, non avevano più sue notizie da molti giorni. I carabinieri di Trebisacce si sono recati all’abitazione privata dell’uomo e, già il tanfo che fuoriusciva dall’appartamento, lasciava presagire la tragica fine dell’uomo.

Corpo di un uomo trovato a pezzi – I carabinieri hanno forzato la porta dell’abitazione dove l’uomo risiedeva ed hanno fatto la brutale scoperta: l’uomo è stato ucciso e fatto a pezzi ed alcune parti del suo corpo sono stati trovati in alcuni scatoloni. Stando alle prime ricostruzioni degli inquirenti, e stando alla raccapricciante scena che i carabinieri si sono trovati di fronte, l’orribile delitto si sarebbe consumato all’interno delle mura domestiche. I resti erano in avanzato stato di decomposizione, tanto da far ipotizzare che l’omicidio possa esser avvenuto almeno 15-20 giorni fa.

Indagata la figlia della vittima – La prima ad essere stata fermata dai carabinieri di Trebisacce è stata la figlia della vittima, una donna di 40 anni con cui l’uomo condivideva l’appartamento. Le forze dell’ordine hanno interrogato la donna per accettarsi se è stata lei a commettere l’omicidio del padre.