Home Cultura Arte: Notizie dal mondo dell'Arte

“Ritrovarsi a Parigi”, nella capitale francese l’opera terza di Marta Lock

CONDIVIDI

Già nostra solerte redattrice di cronaca, Marta Lock è sicuramente una donna di lettere a 360°: lo si può notare dal sagace “pensiero della sera” che è solita distribuire attraverso i social, dall’intensa attività giornalistica ma anche – e soprattutto – dalla sua attività da scrittrice. Dopo le atmosfere maghrebine di “Notte Tunisina”, quelle latine di “Quell’anno a Cuba”, stavolta Marta ci porta nella sempre romantica e affascinante capitale francese con “Ritrovarsi a Parigi”. Un libro che potrete acquistare nelle principali librerie italiane ma anche su www.ilfiloonline.it, www.bol.it, www.ibs.it. www.amazon.it e tutti i siti di vendita di libri on line.

Questa, in breve, la trama:

Lizzy è uno spirito libero, allergica a ogni tipo di relazione che la fa sentire imbrigliata in una realtà a due dalla quale continua a voler fuggire. Con Robert sembrava tutto diverso all’inizio, perciò lentamente si era lasciata conquistare, ma con il passare del tempo si era ritrovata accanto un uomo inaspettatamente noioso e pigro. Quando decide di chiudere quella storia ormai finita, si scontra con l’incapacità del suo fidanzato di accettare la fine della relazione; lui inizia a seguirla ovunque e a farle scenate che le renderanno la vita impossibile fino a farle prendere la decisione di cambiare città.

Decide quindi di trasferirsi a Parigi, città natale di sua madre e nella quale vive ancora il nonno novantenne. Da quel momento inizia un percorso di crescita personale e di conoscenza profonda di se stessa attraverso il racconto che il nonno le fa sulla propria vita, fatta di sofferenza per i pregiudizi e il razzismo con i quali aveva dovuto fare i conti in quanto italiano emigrato, ma anche di rivalsa per aver realizzato il proprio sogno di aprire un ristorante che nel tempo era diventato uno dei più conosciuti e apprezzati di Parigi, e di un amore grande, immenso, per sua moglie Silvie, durato per tutta la vita.

Lizzy scopre che le donne della sua famiglia, la nonna prima e la madre poi, hanno sfidato il mondo e le convenzioni scegliendo per amore di andare contro le regole familiari e soprattutto contro il razzismo: la nonna, appartenente alla nobiltà francese, per aver scelto di vivere la propria vita accanto a un italiano mettendosi contro la famiglia di origine e rinunciando agli agi del loro status, la madre per aver scelto di abbandonare Parigi e volare a Londra con un musicista hippie e squattrinato ignorando e combattendo l’ostinazione della propria madre, che si era dimenticata delle battaglie combattute a suo tempo e incapace di accettare quel ragazzo poco che riteneva poco adatto alla propria figlia. E i sospetti di Silvie si riveleranno giusti quando lui l’abbandonerà, il giorno stesso in cui darà alla luce Lizzy, che, proprio a Parigi inizierà a rendersi conto che il proprio desiderio di fuga è dettato proprio dall’abbandono da parte del padre, un bisogno di non legarsi per non dover poi veder sparire l’oggetto del proprio amore.

Un ristorante nel destino del nonno e uno in quello di Lizzy: quando il bistrot dell’amico francese Thierry entra in crisi economica, lei decide di entrare in società e prenderne le redini amministrative e promozionali per salvarlo e portarlo verso un successo insperato. Il razzismo e i pregiudizi vinti da entrambe le altre donne della sua famiglia ritornano anche nel presente di Lizzy: a Parigi incontrerà e si innamorerà di Yannik, un ragazzo di colore, per il quale dovrà a sua volta superare le barriere erette dai blocchi nei confronti di una storia tanto fuori dai propri schemi mentali e soprattutto quelli a difesa e protezione del suo cuore. Scopre quindi quanto forte possa essere un sentimento che porta qualcuno a combattere contro tutto e contro tutti, lasciandosi andare e accogliendo dentro di sé e nella propria vita un coinvolgimento mai provato in precedenza. Finché non inizia a notare un lato oscuro in quel ragazzo al quale ha deciso di donare incondizionatamente il proprio cuore, che le impedirà di fidarsi completamente.

Il sordido passato di Yannik diventa per lui una tale fonte di vergogna da spingerlo a prendere le distanze da quell’amore tanto grande, per il quale in fondo si sente inadeguato, per riscattarsi e riprendere in mano le redini della propria vita, riconquistare il rispetto di sé e potersi sentire degno della donna che adora. Ma Lizzy scopre il suo terribile segreto prima che lui riesca a redimersi e chiude definitivamente la relazione.

Insomma, un romanzo appassionante e appassionato che insegna a riflettere, ad ascoltare, a superare i pregiudizi, a conoscersi facendo tesoro del passato e ascoltandone la voce fino a prenderne prezioso insegnamento, una saga familiare nella quale il passato si intreccia con il presente e tutti gli elementi si ricongiungono in un finale pieno di colpi di scena.