Il futuro del film di Justice League legato agli incassi di Man of Steel

L’annunciato progetto di portare sul grande schermo il team di supereroi della DC Comics, riuniti sotto il nome di Justice League, potrebbe essere annullato. La decisione definitiva verrà, infatti, presa dopo la distribuzione di Man of Steel, l’atteso reboot delle avventure di Superman.
La Warner Bros, secondo quanto riportato da Variety, sarebbe disposta a investire e dare il via libera definitivo alla produzione di Justice League solo dopo un successo del film con protagonista Henry Cavill. Jeff Robinov, presidente della Warner, avrebbe accennato alla necessità di attendere, dopo la delusione ai botteghini di Lanterna Verde.

Da anni si parla del film dedicato alla squadra che comprende anche Superman, Wonder Woman, Flash, Lanterna Verde e Batman e la calorosa accoglienza riservata a The Avengers della Marvel avevano fatto riaffiorare la volontà di portare sul grande schermo Justice League. Man of Steel, diretto da Zack Snyder, arriverà nelle sale di tutto il mondo nel mese di giugno. Nel cast, oltre a Henry Cavill, sono presenti anche Amy Adams con il ruolo di Lois Lane, Kevin Costner e Diane Lane che interpretano Jonathan e Martha Kent, Michael Shannon a cui è stato affidato il generale Zod, Laurence Fishburne che sarà il direttore del Daily Planet Perry White, e Russell Crowe che è stato scelto per Jor-El, padre biologico di Superman.
Man of Steel può contare anche sulla sceneggiatura scritta da David S. Goyer e dalla produzione di Christopher Nolan.