Sanremo 2013, Annalisa racconta “Non so ballare”

E’ vera passione per la musica quella di Annalisa Scarrone, una passione che si è costellata di numerosi successi negli ultimi tre anni e che è ora pronta a sbarcare sul palco dell’Ariston al Festival di Sanremo 2013. A pochi giorni dall’inizio della kermesse, la Scarrone lancia il suo terzo album “Non so ballare”, contenente i due brani inediti che porterà a Sanremo 2013, dal titolo “Scintille” e “Non so ballare”. Un cd che sa di amore, talento e forte personalità, simbolo di un percorso artistico volto alla scoperta del jazz e dell’amore autentico per la musica. “Non so ballare ma riesco a sentire le farfalle danzare in me” è la strofa che più in assoluto ha conquistato Annalisa, coinvolta nella collaborazione con un nuovo autore, Ermal Meta della band rock “La fame di Camilla”, firma del suo secondo brano sanremese “Non so ballare”.

Se Annalisa può contare sul tifo della “madrina” Maria de Filippi, che nel 2010 la lanciò all’interno del programma “Amici”, altrettanto non può dirsi della giuria tecnica di Sanremo: “Non si può piacere a tutti, ne sono consapevole. Però penso anche che bisogna avere delle fondamenta per criticare qualcuno. Ho letto che un giornalista ha messo 3 alle mie canzoni. Mi sembra eccessiva questa votazione …”. E se la Scarrone da una parte difende i colleghi Marco Mengoni e Chiara Galiazzo, anch’essi “figli” di un talent show, dall’altra la giovanissima cantante ha le idee chiare su chi potrebbe aggiudicarsi la vittoria a Sanremo 2013: “Punto su Elio e le Storie Tese oppure i Modà”- è il suo personale pronostico.