Disoccupato si tatua la faccia di Berlusconi

Se fino a ieri pensavamo che i più berlusconiani fossero Micaela Biancofiore e Sandro Bondi, da oggi spunta un rivale. Si tratta di Marino Nonnis, un sardo che sul braccio destro si è tatuato il volto del Cavaliere.

L’immagine sta facendo il giro del web con commenti alquanto ironici. Nonnis però difende la sua scelta. “Ammiro quest’uomo-dichiara ad AdnKronos- che ci ha salvato dal comunismo, anche se qui in paese per me è dura”. Ma chi è Marino Nonnis, quest’uomo venuto alla ribalta per il tatuaggio di Silvio Berlusconi? Residente a Guspini in provincia di Campio Midiano, ha quarantasei anni e attualmente è disoccupato. Chissà come si sente adesso che è il suo nome è su tutti i giornali e come la prenderanno i suoi concittadini di Guspini, un comune amministrato dal Partito Democratico e Sel. “Sto ‘litigando’ ogni giorno con quelli di sinistra-dice- ma difendo la mia scelta e i miei ideali di centrodestra”. Così dopo l’acquisto di Mario Balotelli e la promessa del rimborso dell’Imu, Berlusconi ha conquistato anche il cuore -e il braccio- di Nonnis.

Nonostante le reazioni di ilarità da parte di tanti, reclama ancora una volta il sostegno a “San Silvio Berlusconi.  “Cosa c’è di strano? C’è chi si fa tatuare di tutto sul proprio corpo – spiega -, io ho preferito scegliere il viso di Silvio Berlusconi, perché oggi  c’è necessità che Silvio salvi l’Italia da Bersani e Monti”. “Io-conclude- ci credo, è il miracolo vero che gli italiani si aspettano”.