Home Interni: Scopri cosa accade Oggi in Italia

Elezioni 2013, l’orgoglio della Meloni: Proposta Imu è nostra

CONDIVIDI

Il copyright della proposta scioccante che ha tenuto banco negli ultimi giorni è stato riferito alla persona sbagliata: è questa la convinzione dei leader di Fratelli d’Italia. “Sulla proposta di restituire i soldi dell’Imu siamo stati dei pionieri”, ha rivendicato ieri Giorgia Meloni, che ha riportato alla mente degli elettori le parole pronunciate qualche giorno fa da Ignazio La Russa.

Alle accuse di usura, voto di scambio e corruzione formulate ieri da Mario Monti potrebbe presto aggiungersi quella di plagio avanzata da Fratelli d’Italia ai danni di Silvio Berlusconi. Stando alla versione dell’ex ministro della Gioventù, Giorgia Meloni, infatti, il Cavaliere avrebbe pescato nel sacco dei suoi ex pasdaran (Meloni, La Russa, Crosetto) la proposta sull’Imu, alla quale avrebbe poi dato una eco mediatica rapportata al suo talento comunicativo. “Sulla proposta di restituire i soldi dell’Imu siamo stati dei pionieri in quanto Fratelli d’Italia è stato il primo movimento a chiedere che venisse attuata”, ha scandito ieri Giorgia Meloni. Noi avevamo proposto un’emissione speciale di titoli di Stato, finalizzata appunto alla restituzione dell’Imu”, ha precisato l’ex responsabile delle Politiche giovanili.

E in effetti, lo scorso 30 gennaio, il co-fondatore di Fratelli d’Italia, Ignazio La Russa, si era avventurato per primo nell’impervio terreno: Lancio una sfida a Monti e la lancio amichevolmente anche all’alleato Berlusconi – aveva detto – restituiamo subito ai cittadini la tassa iniqua dell’Imu attraverso l’emissione straordinaria di bot a 5 o 10 anni”. “Le risorse necessarie – aveva spiegato l’ex ministro della Difesa – possono essere reperite dagli interessi alti che Monte dei Paschi di Siena deve dare allo Stato”. Una proposta choc rimasta nell’ombra fino alla “riabilitazione” del Cavaliere.

 

 

Leggi NewNotizie.it, anche su Google News
Segui NewNotizie.it su Instagram