Italia’s got talent, Rudy Zerbi: “Non creo false illusioni nei partecipanti”

Italia’s got talent, Rudy Zerbi – Rudy Zerbi si “difende” dall’accusa di essere un giudice cattivo. Ad Italia’s got talent, dove è giudice per la quarta volta consecutiva, infatti, non raramente boccia i (presunti) talenti che si esibiscono sul palcoscenico ed esprime dei commenti negativi. Lui però ci tiene a precisare che quando boccia lo fa sempre con educazione e che preferisce non illudere delle persone che in realtà non hanno talento.I miei modi, anche nelle bocciature, non sono mai maleducati, ma garbati e motivati dichiara Rudy Zerbi in un’intervista concessa al settimanale Tv, Sorrisi e Canzoni, per poi aggiungere: “E’ un modo per non creare false illusioni”.

A Rudy Zerbi viene chiesto qual è la chiave del successo di Italia’s got talent, che, sebbene sia giunto alla sua quarta edizione, continua a ottenere ottimi ascolti, confermandosi come programma più visto del sabato sera.E’ la formula che funziona, con la varietà dei personaggi che sfilano e la velocità delle esibizioni. Noi tre non conosciamo in anticipo le esibizioni ci sorprendiamo, ci divertiamo proprio come capita al pubblico”.

Poi il giudice, che vediamo anche come insegnante nella scuola di Amici, parla di Maria De Filippi e Gerry Scotti, suoi colleghi nel giudicare le performance dei talenti in gara. Sui suoi colleghi Rudy Zerbi spende belle parole. “Sono i numeri uno della nostra tv. Eppure, grandi come sono, hanno l’umiltà di trattarmi alla pari. E’ come se stessi girando un film accanto a Robert De Niro e Meryl Streep“.