Influenza, è tempo di sfatare i “falsi miti”

Come prevenire e curare l’influenza? In questi giorni di freddo intenso, il malanno di stagione è dietro l’angolo e per tutti è tempo di munirsi delle giuste conoscenze per combattere sul campo o battere anzitempo la tanto odiata influenza. Attenzione però ai falsi miti: ok ai rimedi della nonna, ok alle cure naturali, ma non affidatevi alle credenze diffuse e il più delle volte infondate… In molti credono che un’alimentazione corretta aiuti a prevenire l’influenza? Niente di più falso: l’alimentazione è considerata assolutamente ininfluente per la prevenzione dell’influenza. Arance e agrumi, ricchi di vitamine C, sono considerati un vero toccasana contro i malanni di stagione? Di fatto non esiste alcuna prescrizione dietologica in proposito al fine di accelerare la guarigione.

Ininfluente è poi il tipo di abbigliamento: è opinione assai diffusa che quando fa freddo occorra coprirsi bene, invece ciò che conta è l’evitare gli sbalzi di temperatura, in quanto l’escursione termica violenta facilita la proliferazione del virus. Si può parlare di influenza soltanto se, oltre ai disturbi respiratori, ci sono anche febbre e dolori articolari ed ossei. Ogni individuo ha una sua personale reazione al virus, per cui è sbagliato pensare che chi dice di sentirsi a pezzi per un pò di influenza esageri. Tra i falsi miti da sfatare vi è poi l’idea che ad ammalarsi più spesso vi siano gli anziani; in realtà sono i giovani ad ammalarsi più frequentemente, mentre negli anziani sono riscontrate conseguenze più pesanti.

In molti credono che l’influenza non sia curabile dalla medicina: in realtà, precisa il Simg (Società Italiana di Medicina Generale”, vero è che la medicina non è grado di curare i virus ma è importante assumere fin da subito farmaci sintomatici contro i disturbi caratterizzanti, quali tosse, raffreddore, mal di gola e febbre, prima che questi si aggravino. E’ altrettanto importante non cambiare i farmaci tra loro ma completare il ciclo di terapia prescritto. Il Simg consiglia poi di non assumere  gli antibiotici in quanto sono inattivi sui virus, non solo influenzali ma anche gli altri virus respiratori; inoltre un uso indiscriminato degli antibiotici li rendono inefficaci, aumentando il rischio di resistenze nei loro confronti da parte dei batteri. Sono invece vere alcune delle prescrizioni più seguite e gettonate, quali il lavare spesso le mani per prevenire il contagio, l’evitare i luoghi affollati e lo stare lontani a chi ha l’influenza.
photo credit: Eneas via photopin cc