Sanremo 2013, Fazio difende Crozza: “Non era contro nessuno”

La prima serata di Sanremo è oramai alle spalle e mancano davvero poche ore all’inizio della seconda serata del Festival della canzone italiana, che questa sera vede in gara altri sette cantanti nella categoria Big e quattro cantanti nella categoria giovani.

Ascolti record per la prima serata di Sanremo – Si sono già tirate le somme per quanto riguarda la prima serata della sessantatreesima edizione del Festival di Sanremo, e quello che ne è venuto fuori sono solo numeri positivi: positivi sono stati gli ascolti, arrivati a toccare e a superare i 17 milioni di telespettatori, una cifra record per un Festival in spending review. “Siamo molto contenti, il risultato è andato oltre le nostre migliori aspettative, siamo felici e ancora più rilassati per le serate a venire” ha detto in conferenza stampa questa mattina il conduttore del Festival, Fabio Fazio.

Fabio Fazio difende Maurizio Crozza – Oltre ai numeri, positiva è stata anche la critica, nonostante la serata di ieri sia stata caratterizzata dai fischi della platea sanremese alla volta di uno degli ospiti più attesi della prima serata, il comico genovese Maurizio Crozza. Si sapeva che la sua performance avrebbe creato non pochi problemi al conduttore Fabio Fazio che lo ha voluto caldamente, ma nessuno si aspettava una situazione come quella che si è venuta a creare ieri sera nel teatro Ariston. Fischi incessanti hanno bloccato il comico che, per un attimo, sembrava voler abbandonare il palco, ma così non è stato: Crozza si è ripreso, grazie anche al sapiente intervento di Fazio, ed è andato avanti, finendo il suo monologo. Ancora stamattina, in conferenza stampa, Fabio Fazio ha difeso l’esibizione di Maurizio Crozza, rispondendo a tono alle domande dei giornalisti: “Ho sentito in quel momento la sua difficoltà e mi sono sentito a disagio. Mi sono sentito un po’ in colpa. Ha corso un rischio grande quando si viene a Sanremo. Cercavo da amico di dirgli vai avanti. La satira in un Paese libero è doverosa. È una questione di buona educazione”.

Poche le contestazioni rispetto ai tanti applausi – E sui contestatori che ieri sera hanno fischiato alla volta del comico genovese, Fabio Fazio ha detto: “Ci sono stati 5 maleducati. L’Ariston non si è diviso, erano tre contestatori contro mille ma a Sanremo basta che uno dica ‘beh’ e diventa una notizia, diventa un fatto. Trovo incredibile quello che è accaduto. E’ come se uno andasse alla messa di Natale e cominciasse a urlare. Mi hanno detto tra l’altro che erano due persone note, già identificate l’anno scorso ed mi chiedo come sia possibile che siano tornate di nuovo? E’ abbastanza incredibile che poche persone determinino una situazione così”.