Sanremo 2013: il dramma dei Ricchi e poveri

Dopo gli ottimi ascolti della prima serata, che ha superato i 17 milioni di telespettatori, pari al 58.89% di share, nonostante i fischi durante l’intervento, più tardi applaudito, del comico Maurizio Crozza, il Festival di Sanremo ha messo da parte la sua prima puntata, ed ora si pensa a quella che andrà in onda tra pochissime ore. Quali saranno le novità?

Lutto al Festival di Sanremo – Di sicuro, una notizia stamattina c’è stata. Dopo il clamore per i buoni risultati, una notizia ha scosso gli animi degli addetti ai lavori e di tutto l’entourage artistico che ruota attorno al Festival della canzone italiana. La notizia di cui vi stiamo parlando è quella della morte di Alessio Gatti, il figlio 23enne di Franco Gatto, il famoso ‘baffo’ del gruppo musicale dei Ricchi e poveri. Per loro era prevista un’esibizione questa sera sul palco del teatro Ariston, in veste di ospiti, esibizione che prontamente è stata cancellata.

Cancellata l’esibizione dei Ricchi e poveri – A dare la triste notizia questa mattina è stato il conduttore della sessantatreesima edizione del Festival di Sanremo, Fabio Fazio che, durante la conferenza stampa con i fotografi ha detto: “Mi ha appena chiamato Angelo dei Ricchi e Poveri: è mancato il figlio di Franco, un ragazzo di 22 anni. Stasera non ci saranno e basta”, lasciando poi la sala stampa commosso. Più tardi, proprio lo stesso Fazio ha fatto sapere che “i Ricchi e Poveri non ci saranno. E credo che quel ‘blocco’ non vada sostituito, penso che vada lasciato così com’è. Dedichiamo il premio ai Ricchi e Poveri, vuol dire che durerà 20 minuti in meno”. Dunque nessun copri buco, non ci saranno gag o ospite eccezionali a coprire il vuoto lasciato dalla mancanza dei Ricchi e poveri, ma solo un ultimo saluto al giovane figlio di Franco Gatti, morto prematuramente questa mattina.