Festival di Sanremo 2013: Luciana Littizzetto balla per il One Billion Rising

Una grande soddisfazione si legge, oggi come ieri, negli occhi e nelle parole degli addetti ai lavori del Festival di Sanremo 2013. Questa sessantatreesima edizione, condotta fino ad ora in maniera egregia da Fabio Fazio e dall’attrice comica torinese Luciana Littizzetto, sta portando all’azienda di viale Mazzini i numeri sperati.

Grande soddisfazione per Sanremo 2013 – Grandi ascolti e cifre record, per un Festival cominciato in sordina, in un periodo in cui la crisi economica ha invaso ogni settore. Come lo stesso Fazio aveva annunciato, questo di quest’anno sarebbe stato un Festival della canzone italiana attento alla spending review, e, così come gli italiani hanno dovuto e continuato tutt’oggi a stringere la cinghia, anche il Festival e i suoi protagonisti avrebbero ‘risparmiato’. Nonostante questo, però, si è tentato di puntare sulla qualità, e il pubblico ha apprezzato. Le prime due serate sono state seguite da uno share di quasi il 50%. Grande soddisfazione per Fazio e per tutto il suo entourage artistico, soprattutto perché, oltre alla qualità delle canzoni, si è cercato di portare sul palco dell’Ariston tematiche importanti, che spesso erano state tenute fuori dalla kermesse canora.

One billion rising sul palco di Sanremo – Uno dei temi che verrà fuori questa sera, terza serata della competizione sanremese, sarà quello della violenza sulle donne. Nella giornata dedicata a San Valentino e all’amore, la co conduttrice Luciana Littizzetto porterà sul palco dell’Ariston il “One Billion Rising”, l’iniziativa internazionale contro la violenza sulle donne lanciata da Eve Ensler, l’autrice dei Monologhi della vagina. Riprendendo quello che è successo oggi in tutto il mondo, dove sono stati organizzati dei flash mob che hanno portato le donne nelle piazze per ballare la coreografia Break the Chain, questa sera il flash mob arriverà anche sul palco del teatro Ariston: “Stasera faremo delle cose dedicate all’amore, visto che è San Valentino e poi ci saranno duecento donne a ballare sul palco” – ha detto un’entusiasta Luciana Littizzetto.