Con Skype un terzo delle chiamate internazionali

I servizi di chiamate VoIP sono sempre più usati e un report di TeleGeography ha svelato la crescita incredibile dell’uso di Skype, con cui sono state effettuate un terzo di tutte le chiamate internazionali. Un dato che preoccuperà i gestori della telefonia tradizionali.

Il decollo – Il traffico telefonico internazionale è cresciuto del 5% nel 2012, raggiungendo quota 490 miliardi di minuti di chiamata. Motore dell’incremento non sono però i tradizionali canali di comunicazione bensì Skype, il programma acquisito da Microsoft nel 2011 e oggi il suo gioiello di punta, dopo l’annuncio della dismissione di Messenger entro il 15 marzo. “Le chiamate Skype-to-Skype voce e traffico video è cresciuto del 44% nel 2012, a 167 miliardi di minuti” recita il report di TeleGeography. L’aumento di 51 miliardi registrato è più del doppio rispetto a quello di tutti gli altri vettori internazionali complessivamente.

Le possibilità si moltiplicano, è ora di cambiare le abitudini – Il che rende Skype ancora più importante e il suo successo nell’ultimo anno sarebbe imputabile al perfezionamento dell’applicazione disponibile per la maggior parte delle piattaforme mobili. Le vendite degli smartphone sono in continuo aumento e gli utenti stanno così assaggiando con crescente gusto la possibilità di comunicare in ogni parte del mondo in modo praticamente gratuito, pagando solo per l’accesso ad Internet. Ma anche tutti gli altri programmi o applicazioni che utilizzano la Rete per comunicare hanno conquistato il loro margine di gloria. Basti pensare ai 10 miliardi di scambi giornalieri di WhatsApp e al crescente utilizzo di iMessage di Apple. E mentre alcuni pensano di rendere il proprio servizio a pagamento, crescono anche le alternative come Viber e ChatON di Samsung. Validi motivi di preoccupazione per le compagnie telefoniche tradizionali, che potrebbero presto vedere ridisegnato il loro ruolo nella gestione dei servizi per le telecomunicazioni, tanto da mettere in discussione le offerte per effettuare le chiamate, mentre a crescere potrebbe essere la vendita di tutti i pacchetti legati alla connessione ad Internet tramite dispositivi mobili.